Connect with us

Calcio

Alessio D’Adamo: “Vogliamo vincerle tutte e portare il Vasto Marina in Eccellenza”

Published

on

Il difensore vastese doc esalta mister Cesario e ringrazia il ds Calvitti per averlo riportato in biancazzurro

Una rinascita calcistica arretrando qualche metro in campo. Alessio D’Adamo era uno di quelli su cui si puntava forte, una volta andato via da Vasto per un settore giovanile importante come quello del Pescara tutti auspicavano per lui una carriera piena di soddisfazioni. Qualche anno fa si definiva un “centrocampista di rottura pronto a raccogliere più palloni possibili”, a lui grinta e cattiveria agonistica non sono mai mancate. Si era messo in mostra nelle prime stagioni con i grandi in Eccellenza tra Altinrocca, Vastese e Cupello, poi la discesa in Prima Categoria tra Real Porta Palazzo prima e Vasto Marina poi. Negli anni, il ventiquattrenne vastese, aveva dimostrato di valere altri palcoscenici ma se testa, gambe e fiducia non camminano nella stessa direzione le prestazioni vengono meno. Un anno fa di questi tempi decideva di lasciare in largo anticipo la stagione con i vastesi, ora la storia è cambiata.

Tornato al Vasto Marina sembra essere di nuovo esploso, questa volta da centrale difensivo, ruolo cucitogli addosso alla perfezione da mister Roberto Cesario in un reparto dove si intende a meraviglia con capitan Benedetti e il portiere Marconato. La Bacigalupo Vasto Marina sta continuando a sorprendere e vincere domenica dopo domenica, la strada per l’Eccellenza è ancora lunga ma di questo passo l’obiettivo non è poi così lontano, un palcoscenico che il ‘Roscio’ ha già calcato e che magari proverà a ritrovare un’altra volta.

Domenica contro il Raiano è stata più difficile del previsto ma la vittoria è arrivata, a questo punto della stagione saranno tutte partite scorbutiche come quella di due pomeriggi fa? “Sono stati 90 minuti tostissimi, Raiano come molte altre squadre è venuto con la sola intenzione di difendersi visto che ormai conoscono tutti il nostro credo calcistico, siamo riusciti a vincerla comunque ma da qui alla fine saranno tutte partite difficili, molte delle quali contro chi si deve salvare”.

Avete mantenuto il +13 sul Casalbordino, nelle ultime sei giornate vi potrete anche concedere una pausa ma guardando al calendario vostro e dei casalesi potete puntare a un ulteriore allungo? “Metà del calendario finale sarà uguale a quello che affronteranno i casalesi, il nostro obiettivo è quello di vincerle tutte, poi magari loro rallenteranno e noi riusciremo ad evitare i playoff del nostro girone”.

Nasci centrocampista puro, ogni tanto nelle emergenze sei arretrato ma quest’anno Cesario ti ha messo al centro della difesa con costanza, ti trovi a tuo agio in questo ruolo? “Dal primo giorno di preparazione il mister mi aveva detto che mi voleva al centro della difesa perché era quello in ruolo che avrebbe esaltato al meglio le mie caratteristiche, mi ci trovo benissimo anche perché devo dire grazie ai miei compagni di reparto Marconato e Benedetti, con loro tutto è più facile, hanno tanta esperienza e mi aiutano molto”.

A proposito di Benedetti, con il tuo compagno di reparto c’è una sfida nella sfida, siete difensori ma avete una scommessa in corso sui chi tra voi due realizzerà più gol, cosa c’è in palio? “Ci divertiamo anche con queste piccoli dettagli che tengono comunque alte la concentrazione, a fine stagione faremo i conti, ci sono ancora altre partite, chi farà più gol vincerà una cena”.

Con o senza Casalbordino dovrete affrontare comunque gli spareggi promozione, l’Eccellenza l’hai già vissuta con Altironrocca, Vastese e Cupello, quanto ti piacerebbe tornarci anche con il Vasto Marina? “Moltissimo, per tanti motivi, dal punto di vista personale perché finora non ho mai vinto un campionato ma soprattutto per il nostro splendido gruppo, siamo uniti sin dal primo giorno e meritiamo l’Eccellenza per quanto fatto vedere in campo da inizio stagione”.

Un anno fa chiudevi la stagione in anticipo lasciando il Vasto Marina in Prima Categoria, chi ti ha fatto tornare la voglia di rimetterti in gioco? “Mister Roberto Cesario ha saputo toccare le corde giuste facendomi tornare la voglia di giocare, quella che avevo perso nella passata stagione. Un grande grazie oltre a lui lo devo al direttore sportivo Alfonso Calvitti uno che ha sempre creduto in me”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it           

Continue Reading
Advertisement
Advertisement
error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi