Connect with us

Calcio

Anas Ikramellah: “Per sempre grato al Roccaspinalveti. Un passo alla volta per arrivare in alto”

Published

on

Segnatevi questo nome: Anas Ikramellah. Il calcio ha alcune regole, scritte e non, una di queste dice che chi segna con grande regolarità riuscirà a farlo in tutte le categorie in cui verrà chiamato a dare risposte concrete in campo. Ecco perché sono balzati ai nostri occhi le 15 reti firmate in stagione da Anas Ikramellah, un numero normale che non dovrebbe far quasi notizia ma ora vi sveliamo il dettaglio che cambia questa storia. Stiamo parlando di un classe 2001, maggiorenne da gennaio e capace al primo anno con i ‘grandi’ di andare a segno con grande regolarità in Prima Categoria con la maglia del Roccaspinalveti. Nato in Marocco dove è rimasto fino all’età di 7 anni, da undici anni vive in Italia e con la famiglia ha messo le radici a Termoli.

Nonostante la giovane età in campo oltre all’elevato numero di reti si è messo in mostra con giocate da urlo. Amante del dribbling ha grande tecnica e velocità con la palla tra i piedi, uno su cui è giusto puntare, il Roccaspinalveti ci ha creduto prima di tutti e se l’è goduto per un’intera stagione. Ragazzo con la testa sulle spalle, ha le idee ben chiare sul dove vuole arrivare, il futuro è tutto dalla sua parte e cercherà di sfruttare tutte le altre occasioni che gli verranno concesse per arrivare il più lontano possibile.

15 gol alla prima esperienza con ‘grandi’, non era facile scommettere su di te vista la giovane età, come hai fatto ad importi in così poco tempo? “Non pensavo di trovare questa grande continuità sotto porta, io però sin dal primo giorno mi sono impegnato con tanta grinta e spirito di sacrificio, questa è l’unica strada che conosco per ottenere risultati soddisfacenti”.

In campo si sono viste tutte le tue grandi qualità ma oltre al tuo impegno chi è stato fondamentale in questa stagione nell’aiutarti per rendere al massimo ogni domenica? “L’allenamento costante, la voglia di migliorarmi e crescere ogni giorno ma l’aiuto più grande è stato il supporto di mio padre, sempre presente anche nei momenti più difficili”.

In estate cosa ti ha spinto ad accettare la chiamata del Roccaspinalveti? “Le proposte non sono mancate ma più che la categoria mi interessava la realtà, di Roccaspinalveti me ne hanno parlato sempre bene, ne ho avuto la conferma durante tutta questa stagione, ho avuto il piacere di poter trascorrere questa annata in una società seria che mi ha fatto crescere mentalmente e fisicamente”.

Che ambiente hai trovato a Roccaspinalveti e come sei stato trattato in tutta questa stagione? “Una stagione bella e intensa con piacevoli ricordi che porterò sempre con me. Mi hanno sempre sostenuto e aiutato, nel Roccaspinalveti ci sono uomini con un cuore buono e si meritano tutto il mio rispetto”.

Com’è stato il tuo rapporto con il mister Travaglini? “Ottimo, è stato uno che ha fatto di tutto per me, un buono che ti aiuta dando sempre preziosi consigli. Peccato che questa stagione sia già finita, abbiamo trascorso un anno intenso e felice insieme, pieno di belle emozioni”.

Hai avuto il capocannoniere del girone Della Penna come partner d’attacco, com’è stato giocarci fianco a fianco durante tutta la stagione? “Avere in squadra uno come Loris è un lusso e un privilegio, come avere un Cristiano Ronaldo al tuo fianco, ti da sempre sicurezza. Quando parte palla al piede non lo fermi più, lui 26 reti, io 15: un attacco da paura”.

Quando guardi le partite in tv qual è il giocatore a cui ti ispiri e che più colpisce la tua attenzione? “Mbappé e Mahrez, il francese ha una velocità pazzesca mentre l’algerino del City ha grande tecnica e un fantastico dribbling a cui mi ispiro”.

Classe 2001 con 15 reti al primo anno in Prima, ora hai tanti fari addosso, ti senti già pronto per la D o preferiresti passare prima per l’Eccellenza? “L’interesse di squadre di categoria fa sempre piacere, vuol dire che ho lavorato bene, vediamo cosa succederà nelle prossime settimane. Non voglio correre troppo, l’importante sarà crescere bene e gradualmente, vorrei confrontarmi in Eccellenza e poi farmi trovare pronto nei prossimi anni per categorie superiori”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it           

Continue Reading
Advertisement
Advertisement
error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi