Connect with us

Basket

C’è ancora vita sul pianeta Vasto Basket: espugnata Mosciano

Published

on

Prova maiuscola dei vastesi durante tutti i quaranta minuti, pareggiati i conti e domenica sera gara 5 per il salto in C Gold

Ucci marziano: 23 punti

La Generazione Vincente Vasto Basket è viva. Vivissima, in molti erano pronti a celebrare il ‘de profundis’ biancorosso ma la banda del condottiero Giovanni Gesmundo ha centrato la vittoria più pesante della stagione in trasferta, quella al PalaOlimpia di Mosciano pareggiando i conti contro i gialloblù che sognavano la vittoria per volare in C Gold. Loro hanno fallito il ghiotto match point, per merito di una Vasto Basket quasi perfetta e battagliera come non mai. Uniti dal primo minuto fino al suono finale della sirena, 70-73 che vale il 2 a 2 ma soprattutto la spinta verso gara 5 che si giocherà domenica sera a Vasto. Un capolavoro quello di Gesmundo e i suoi ragazzi, non era semplice con una rosa ridotto all’osso al cospetto di una squadra che sembrava ne avesse di più, il campo però stasera ha detto ben altro.

La partita – Ciampaglia prova il recupero in extremis forzando nel riscaldamento ma dal provino non arrivano notizie buone e resta in panchina. Senza Fontaine e Marino il roster vastese è corto ma la sorpresa di Gesmundo è Giovanni Peluso nel quintetto iniziale insieme a Dipierro, Ucci, Di Tizio e Oluic. L’avvio è dominato dal gigante serbo che infila i primi nove punti biancorossi ma Mosciano tra sorpassi e controsorpassi è sempre lì (7-9). Peluso non ha paura e infila la bomba del +5, Ucci ruba palla e piazza il parziale, 0-8 (7-14) ma dall’altra parte prima Scafidi e poi la tripla di Alessandrini riportano i padroni di casa vicino ai vastesi. Va dentro anche Flocco, biancorossi veloci e vivaci, Peluso ne infila un altro, Scafidi riporta Mosciano a meno due (17-19) ma Vasto ha l’ultima parola e Ianuale chiude i primi dieci minuti con il canestro del +4 (19-23). Neri con quattro punti a inizio secondo periodo pareggi subito i conti (23-23), Di Tizio e Ucci buttano di nuovo i biancorossi avanti (23-27). Il match vive una fase di errori e sfortuna, tanta quella in casa vastese che difende bene ma non trova la via del canestro. Mosciano ne approfitta, bomba di De Laurentiis e cinque punti di fila di Di Giandomenico valgono il vantaggio dei gialloblù (31-29). Si va avanti punto a punto, Di Tizio pareggia e i canestri di Oluic e Ucci mandano i biancorossi negli spogliatoi con un punto di vantaggio (34-35).

Dopo il riposo lungo sfida da tre tra Di Giandomenico e Ucci, Dipierro firma il nuovo +3 (37-40), Mosciano però è sempre in partita e il gioco da tre di Di Febo li riporta avanti di due (42-40). Si continua a giocare punto a punto in un periodo dove alla Vasto Basket non vengono fischiati falli, poi Mosciano infila due bomba, sfrutta due liberi e scappa all’improvviso sul +7 (54-47). Di Tizio ricuce, dopo otto minuti e mezzo viene fischiato il primo fallo del periodo ai biancorossi (con Mosciano già in bonus), Ucci riduce ancora la forbice e i trenta minuti vanno agli archivi con i padroni di casa avanti di 4 (55-51). Si entra nell’ultimo e decisivo periodo, Mosciano va sul +6 ma Di Tizio risponde con una bomba del meno tre (57-54), c’è anche quella pesantissima di Ianuale e vale il meno due (59-57). Vasto è viva, Peluso prima e Oluic poi firmano altre bombe, il vantaggio ora è di nuovo biancorosso (61-63) anche se ci sono ancora da giocare cinque minuti e mezzo. Nei centoventi secondi che seguono gli errori fioccano, Scafidi torna in panchina perché arrivato a quattro falli, Dipierro penetra e il vantaggio a 180 secondi dalla fine è di 4 punti (61-65).

Minuti e secondi che valgono una stagione, si gioca sul filo dell’equilibrio e a cento secondi dal suono finale della sirena Vasto è avanti di tre punti (63-66). Ucci chiude un fondamentale gioco da tre (63-69), De Laurentiis infila l’ennesima bomba ma Oluic sul suono dei ventiquattro riporta Vasto sul +5 (66-71). Mosciano con i liberi arriva al meno uno (70-71) con soli undici secondi da giocare, sono un’eternità ma Ucci non sente la pressione e piazza i liberi del nuovo +3(70-73). L’ultimo possesso è di Mosciano, Vasto però ha alzato la muraglia, chiude gli spazi, i gialloblu sbagliano ed esplode la festa vastese, il PalaOlimpia si tinge di biancorosso, il 70-73 premia la Vasto Basket.

Serviva l’impresa, la Vasto Basket nonostante la stanchezza ha ritrovato sul più bello energie fisiche e mentali sfruttando anche la verve dei giovani (Peluso e Flocco) oltre all’esperienza dei soliti. Ora tutto si deciderà in gara 5, appuntamento a Vasto domenica sera alle 19, il PalaBcc dovrà essere una bolgia, la Vasto Basket merita la C Gold

OLIMPIA MOSCIANO – GENERAZIONE VINCENTE VASTO BASKET: (19-23; 34-35; 55-51)

OLIMPIA MOSCIANO: Di Giandomenico 21, Neri 12, De Laurentiis 11, Scafidi 12, Assogna 8, Alessandrini 3, Di Febo 3, Medori 0, Giansante 0, Marzocchitti 0, Caprioni 0, Ippolito 0. Coach: Verrigni

GE.VI. VASTO BASKET: Dipierro 4, Ucci 23, Peluso 8, Di Tizio 11, Oluic 19, Flocco 0, Ianuale 8, Ierbs 0, D’Annunzio 0, Di Rosso 0, De Guglielmo 0. Coach: Gesmundo

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it           

Continue Reading
Advertisement
Advertisement
error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi