Connect with us

Ciclismo

Enrico Giancarli: “Il ciclista deve essere rispettato. Non c’è Giro d’Italia senza Abruzzo”

Published

on

Il giornalista aquilano a Vasto in veste di moderatore al convegno “Usa la Bici” ha spaziato su tanti argomenti con al centro la bici

La bici applicata al lavoro, Enrico Giancarli ne è uno dei migliori esempi in Italia, di una sua grande passione ne ha fatto un lavoro. Volto noto di Rete 8 e negli ultimi anni inviato anche di Sky Sport il giornalista aquilano sabato in veste di moderatore ha raccolto con piacere l’invito per partecipare al convegno “Usa la Bici”.

Ci siamo fatti raccontare cosa significhi davvero per lui la bici e il ciclismo, toccando il tema della sicurezza stradale collegandoci alla figura di Marco Scarponi fino ad arrivare a quella sua passione che sulle due ruote lo ha visto trionfare più volte nei campionati italiani per giornalisti ma riuscendo nel 2013 a conquistare anche il titolo mondiale nella categoria M1. Impossibile non parlare con lui del prossimo Giro d’Italia, la tappa del 17 maggio da Vasto a L’Aquila “con difficoltà da due stellette e mezzo/tre, potrebbe arrivare Alejandro Valverde prima di tutti al traguardo del capoluogo abruzzese” lanciando anche una personale cinquina dal quale uscirà il vincitore della corsa rosa: “l’edizione 2019 se la contenderanno Dumoulin, Roglic, Yates, Bernal e Nibali”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it           

Continue Reading
Advertisement
Advertisement
error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi