Connect with us

Calcio

Lanciano, fuochi d’artificio. Ora, però, servono altri under

Published

on

Polisena, Forti e Shipple alla corte di Del Grosso. Manca un attaccante e gli under. Con l’ex Aquilanti si era aperto uno spiraglio per il suo ritorno a Lanciano

Prende forma e sostanza il Lanciano che domani inizierà la preparazione atletica in vista della stagione di Eccellenza 2019/2020, quella del centenario rossonero.

Domani mattina, infatti, agli ordini di Alessandro Del Grosso, saranno già a disposizione Matto Forti, classe 2001 dalla Santarcangiolese (serie D), l’attaccante classe 1997 Antonio Polisena e l’ultimo arrivato Omar Shipple.

Novità assoluta proprio per il calciatore italo egiziano che se ne andò (non nel migliore dei modi) a dicembre dello scorso anno dal club rossonero.

Evidentemente i diversi cambiamenti di natura societaria intercorsi in questi 8 mesi sono stati determinanti per far tornare in frentania il forte e duttile calciatore ex Sulmona e Paterno.

Agli arrivi last minute vanno aggiunti i vari Lucarino, Grignoli, Caniglia e Sassarini.

Cosa manca?

Probabilmente un’altra punta (si è fatto il nome di Denis Di Rocco del Pineto ma l’affare appare molto lontano dalla concretizzazione).

Mancano chiaramente gli under. O meglio, altri under. Sono proprio i fuori quota che fanno la differenza in queste categorie.

Ogni titolare under (quindi Forti 2001, Caniglia 2000 e De Santis 1999) deve avere un sostituto di pari qualità per ogni evenienza (infortuni, squalifiche, ecc).

Altrimenti Del Grosso dovrà fare i salti mortali tattici ogni domenica.

Quale sarebbe stata la ciliegina sulla torta?

Il ritorno del Patriota Antonio Aquilanti, per un momento molto vicino dall’accettare il ritorno a Lanciano. Poi però la trattativa non s’è conclusa. Mai dire mai, probabilmente il discorso potrebbe essere ripreso più in là.

Come sarà, dunque, il Lanciano ai nastri di partenza?

Qui proviamo a tratteggiare una probabile formazione. Alessandro Del Grosso dovrebbe privilegiare il modulo tattico ben collaudato sul quale ha lavorato in queste ultime due stagioni: il 4-3-3.

Tra i pali ci va Matteo Forti (anche se la società sta seguendo da molto vicino l’evoluzione societaria dei Nerostellati nelle cui file milita il forte portiere Gary Hamo inseguito dal club frentano ad inizio giugno).

Difesa che vedrà la presenza di due under: uno è Gianluca De Santis, l’altro è Antonio Caniglia. Ci sono poi altre due casacche da assegnare e i papabili titolari sono quattro: Natalini, Scudieri, Boccanera e Lucarino). Tra gli under c’è anche il forte Gianmarco Trisi.

A metà campo dovrebbero partire titolari Sassarini, Quintiliani e Verna, in attesa che Petrone si rimetta in perfetta forma.

In avanti il trittico ideale di partenza dovrebbe essere composto dai due esterni La Selva e Sardella e Grignoli al centro. Ma ci sono anche Polisena, Shiplle, Cianci.

Alessio Giancristofaro – alessio.giancristofaro@vasport.it

Continue Reading
Advertisement
error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi