Connect with us

Calcio Giovanile

Pazzesca Bacigalupo: conquistato il titolo Giovanissimi sperimentali con una rimonta epica nel recupero

Published

on

Tripletta di super Francesco Larivera (terza consecutiva) con due rigori dopo il 70’ quando la Gladius Pescara già sognava il sorpasso in classifica

Bacigalupo Vasto Marina

Una sfida epica con un finale da non credere. Al triplice fischio la gioia è stata tutta per la Bacigalupo Vasto Marina capace di portare a casa il titolo regionale sperimentale dei Giovanissimi (under 14, classe 2005) dopo essere stata sotto di due gol fino al settantesimo. Ovvero fino quasi al termine della partita, in questa categoria si gioca su due tempi da trentacinque minuti, la Gladius Pescara dopo essere andata sotto nel primo tempo aveva avuto la forza di reagire trovando prima il pari e poi un uno due negli ultimi minuti di gioco che avrebbe annichilito chiunque. Non i vastesi che volevano fortemente questo titolo e trascinati da super Francesco Larivera (autore di un’incredibile tripletta) con due rigori nei sette minuti di recupero, con il definitivo 3 a 3, ha blindato il primo posto in classifica lasciando i pescaresi al secondo posto.

Non era una finalissima ma quasi, sul rettangolo di gioco “Ezio Pepe” si sfidavano le prime due della classe nella quindicesima e ultima giornata della decisiva seconda fase. Alla Gladius serviva la vittoria per conquistare il titolo, andato ai vastesi che hanno sfruttato nel migliore dei modi il vantaggio dei due risultati su tre (visti i due punti di vantaggio in classifica) blindando il primo posto con tanto di titolo regionale. Una sfida sentita, sugli spalti più di cento spettatori con quelli di fede vastese capaci di trascinare i ragazzi in campo dal primo minuto con coreografia e cori.

Vantaggio Larivera

La partita – Se i pescaresi ne hanno di più guardando ai centimetri, la Bacigalupo ha dalla sua un’idea di gioco più definita e dopo un paio di prese sicure dell’estremo Roberti su uno schema arriva il vantaggio vastese. Triangolo perfetto, Gladius sorpresa e Francesco Larivera inizia il suo show con un destro a giro da due passi, facile ma di fondamentale importanza. Ora agli ospiti servirebbero due reti per ribaltare tutto, provano a penetrare ma dalle parti del gigante Priori non si passa, nel finale di tempo i padroni di casa hanno l’occasionissima per il raddoppio ma Di Iorio da posiziona invitante calcia a lato.

Nel secondo tempo i granata (maglia storica, arrivata vent’anni fa dall’Australia per dono del fondatore Nicola D’Annunzio e che la Bacigalupo utilizza nelle grandi occasioni) di mister Michele Antonino provano ad affondare il colpo del kappaò ma i pescaresi spingono con maggiore continuità anche se il pari arriva direttamente da una punizione laterale calciata da Diego Medoro. Il titolo sarebbe virtualmente ancora dai vastesi ma ci sono da giocare ancora venti minuti e nei dodici minuti finali (recupero compreso) succedere davvero di tutto, anzi l’incredibile.

Gladius Pescara: festa dopo il tris

Altra punizione per i giovani del tecnico Nicolò, la sfera colpisce la parte interna della traversa, sulla linea di prota c’è Antonio Mariani che deposita in rete e completa la rimonta. Proteste vastesi per presunta posizione di offside, il fischietto vastese lascia correre. Passano cento secondi e la Gladius Pescara trova addirittura l’allungo con un’azione di contropiede finalizzata con freddezza da Davide De Sanctis. “Ezio Pepe” ammutolito e la gioia è tutta dei pescaresi che a tre minuti dalla fine con due gol di vantaggio hanno virtualmente il titolo in tasca.

La Bacigalupo ne ha due da recuperare ma non vuole mollare e si riversa in avanti alla disperata ricerca del pari. Allo scoccare del settantesimo Piccoli viene atterrato in area, l’arbitro indica il dischetto, Larivera è preciso e accorcia. L’arbitro prima di far riprendere il gioco indica sei minuti di recupero, c’è ancora tempo, un’azione partita dal basso porta al cross Di Iorio, a centro area l’arbitro ravvisa un tocco di mano e indica di nuovo il dischetto. Questa volta la rabbia è pescarese e fioccano le proteste per i due rigori concessi uno dopo l’altro. Secondi che non passano mai per i protagonisti in campo, dagli undici metri si ripete la sfida tra Francesco Larivera e Cacciatore ma l’11 vastese è glaciale: penalty realizzato con freddezza che vale l’incredibile 3 a 3 che per i vastesi farebbe rima con titolo regionale. Ci sono ancora da giocare tre minuti in cui però non succede niente, al triplice fischio i pescaresi sono increduli, dall’altra parte esplode la gioia della Bacigalupo Vasto Marina.

Francesco Larivera premiato dopo la tripletta

Un pari dal sapore dolcissimo di vittoria, bastava un punto per cementificare la vetta e portare a casa il titolo regionale. Missione compiuta per i giovani di mister Michele Antonino che ha sfruttato un super Francesco Larivera capace nelle ultime tre giornate di realizzare la bellezza di nove reti. Tre triplette, bum bum bum, una dopo l’altra. I ragazzi portati in trionfo dai tanti tifosi sul spalti al grido di “i campioni dell’Abruzzo siamo noi”, poi a fine partita applausi meritati anche per i pescaresi con i vastesi che si sono goduti un ricco buffet tra sorrisi, abbracci e qualche lacrima di gioia. Dopo la conquista dell’Eccellenza della prima squadra e la conferma di Giovanissimi e Allievi nei campionati regionali la stagione della Bacigalupo Vasto Marina ha avuto il suo miglior epilogo in modo rocambolesco, vietato ai deboli di cuore ma che ha regalato una grande gioia ai vastesi. L’ultima di una stagione da applausi.

BACIGALUPO VASTO MARINA – GLADIUS PESCARA: 3 – 3

Reti: 22’pt, 35’st e 38 st Larivera (BVM), 9’st Medoro (GP), 30’st Mariani (GP), 32’st De Sanctis (GP)

B. VASTO MARINA: Roberti (10’st Giardino), Vespasiano, Giammichele, Marocco (23’st Capitanio), Angelicola, Priori, Di Iorio, Rozanc, Iocca (10’st Annunziata), Piccoli, Larivera. A disposizione: Del Re S., Tinari, Colanzi, Del Re A. All.: Antonino Michele

G. PESCARA: Cacciatore, Ahmetovic, Liguori (11’st De Zio), Mariani, Toro, Grannonio, De Sanctis, Brandimarte (20’st Mustica), Meola, Sagazio (35’st D’Armi), Medoro. A disposizione: Papalinetti, Palmieri, Passeri, Lista, Iampieri, Del Rosso. All.: Nicolò Angelo

Arbitro: Federico Torricella di Vasto

Spettatori: 100; Ammoniti: Rozanc (BVM), Grannonio, De Sanctis, Mustica (GP); Recupero: 3’ e 7’.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it           

Continue Reading
Advertisement
Advertisement
error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi