Connect with us

Calcio

Sir Natalini, il gentleman della difesa con un vizio: il gol

Published

on

Alessio Natalini, difensore centrale del Lanciano, non è stato mai ammonito in campionato con la maglia del Lanciano. Un solo giallo in Coppa. In due anni di rossonero ha segnato ben 14 reti

Correttezza. Uno dei valori principali nel calcio.

Lui, Alessio Natalini, incarna alla perfezione questa caratteristica.

Lui, centrale di difesa col vizio del gol, può vantare un record.

In due anni di gare ininterrottamente disputate col Lanciano in campionato, non è mai stato ammonito.

Zero cartellini gialli.

Non è stato mai sanzionato dai vari direttori di gara.

Un gentlman del fair-play.

L’unico giallo “beccato” con la maglia numero sei del Lanciano è stato un paio di settimane fa, in Coppa Italia col Casalbordino.

Per la cronaca, in quella partita, il direttore di gara, Manuel Franchi di Teramo, ammonì complessivamente 9 giocatori.

Sir Natalini, classe 90, nato a Vasto con esperienze di livello in varie società, da due anni rappresenta un baluardo per il pacchetto arretrato del Lanciano.

Assieme a Piero Scudieri, è una delle colonne difensive del Lanciano Calcio 1920.

Il suo idolo da cui trarre ispirazione?

Un altro Alessio. Un altro rossonero. Alessio Romagnoli del Milan. Ma anche Paolo Maldini.

Insomma, Alessio Natalini ragiona in grande e fa bene a farlo.

A Lanciano è arrivato quando bisognava ricostruire tutto.

Oggi, ad un anno e mezzo dall’inizio del nuovo corso targato Fabio De Vincentiis, ci sono risultati concreti e prospettive future incoraggianti.

Dal campionato stravinto della passata stagione, al record di gol realizzati, dal campionato in corso con le realizzazioni da record a tanto altro ancora da conquistare. A partire dall’aritmetica per l’Eccellenza. La Coppa col San Gregorio e tanto altro ancora.

Natalini, da difensore centrale, in quest’anno e mezzo di rossonero, è andato a segno ben 14 volte.

Lo scorso anno, il numero 6 del Lanciano, ha segnato ben 10 reti giocando tutte e 28 le gare di campionato.

Quest’anno, invece, il forte centrale a disposizione di mister Alessandro Del Grosso, ha già segnato4 volte, la metà di queste realizzazioni le ha messe a segno in questo mese di marzo.

Natalini ha segnato alla prima giornata di questo torneo, nella goleada rifilata a Raiano dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto corto.

Il bis è arrivato col River Chieti, su assist di un altro difensore, Filippo Boccanera.

Il tris in fatto di marcature è arrivato con la Fater Angelini, in questa circostanza dagli sviluppi diretti di un tiro dalla bandierina.

L’ultima realizzazione, invece, se l’è regalata domenica scorsa, contro il Piazzano.

Quattordici reti, un’unica dedica. Agli affetti più cari: alla sua famiglia e alla sua ragazza Silvia.

Testa, gambe e cuore. Ora l’obiettivo di Sir Natalini e di tutto il gruppo è Casalbordino. Una vittoria si tradurrebbe in promozione matematica in Eccellenza: “Il Casalbordino è una buona squadraha detto Natalinicon delle buone individualità. Mi aspetto una partita combattuta come sempreha aggiunto il numero 6 del Lancianoma vogliamo vincere per festeggiare con i nostri tifosi in casa”.

Parola al campo, dunque. Con Natalini che sogna il suo quindicesimo sigillo. Anche di piede.

Alessio Giancristofaro – alessio.giancristofaro@vasport.it

Foto: Uranio Ucci

Continue Reading
Advertisement
error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi