Connect with us

Calcio

Vastese: salvezza di corsa con il bel gioco, ecco la ricetta per i prossimi 4 mesi

Published

on

I biancorossi dopo due giorni di riposo oggi pomeriggio riprenderanno gli allenamenti in vista di domenica quando all’Aragona arriverà la vicecapolista Matelica degli ex Micciola e Bittaye

Una media punti da provare addirittura a migliorare per affrontare i prossimi mesi senza affanni e raggiungere il reale obiettivo della Vastese. Ad agosto i proclami della società erano stati altri, piani alti e playoff sulla carta bruciata dai pessimi risultati di inizio stagione.

Dai bassifondi i biancorossi sono riusciti a tirarsi fuori, da metà ottobre a fine dicembre con l’arrivo di Fabio Montani in panchina i punti raccolti in due mesi sono stati 20 nelle 13 partite affrontate dopo il divorzio dall’ex tecnico Ottavio Palladini.

Capellupo, Sbardella e Patania

1.53 di media da quando all’Aragona è arrivato Montani e Vastese che, nonostante un cammino ancora balbettante (per diversi motivi), si è tirata fuori dalla zona bollente ora lontana quattro punti. L’obiettivo del 2019 sarà partire da quella base di partenza provando addirittura a migliorarla anche se va detto che se la media montaniana dovesse essere confermata la proiezione finale vedrebbe la Vastese chiudere la stagione intorno ai 52 punti. Significherebbe salvezza certa senza passare per i playout, quelli che tutti puntano con decisione ad evitare, ecco perché già da domenica l’obiettivo sarà quello di iniziare l’anno con una vittoria. Dopo i tanti match in due mesi (ben tredici) Montani con il suo ‘nuovo’ gruppo (11 partenze e 7 nuovi arrivi) nella pausa natalizia ha potuto lavorare con meno pensieri alle partite da affrontare nell’immediato avendo più tempo per plasmare i suoi uomini a propria immagine e somiglianza. L’infortunio di Daniel Giampaolo (ne avrà per almeno un altro mese) di certo non aiuta ma, domenica 6 gennaio, contro il Matelica i biancorossi pur trovandosi di fronte la seconda forza del girone F vorranno iniziare al meglio il girone di ritorno.

All’Aragona saranno di scena gli ex Micciola e Bittaye, avranno voglia di dare un dispiacere alla realtà che hanno conosciuto nella passata stagione ma l’Aragona da qui a fine aprile dovrà essere un fortino inespugnabile. Montani ragiona sempre partita dopo partita ma già gennaio sarà un mese che potrà dire molto del futuro biancorosso, si giocheranno cinque sfide dal 6 al 27, calcoli non se ne fanno, ci saranno sfide difficili ma se arriverà quella continuità finora mai trovata sarà un inizio d’anno col botto, obiettivo più che speranza, la Vastese vuole tornare protagonista.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it           

Continue Reading
Advertisement
Advertisement
error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi