Connect with us

Basket

Vasto Basket, secondo ko. Commozione nell’omaggio a Linda Ialacci

Published

on

Al PalaBCC il ricordo dell’allenatrice scomparsa. Sul parquet passa la Teramo a Spicchi 70-86

Secondo ko di fila dopo quello della partita scorsa a Chieti.

Campanello d’allarme in casa Vasto Basket, superata al PalaBCC da una combattiva Teramo a Spicchi che s’impone 70-86 lasciando ai biancorossi vastesi preoccupanti scorie.

L’inizio è nel segno della commozione: l’omaggio a Linda Ialacci, allenatrice vastese prematuramente scomparsa meno di una settimana fa, è di quelli più sentiti. Lo striscione ‘Non saremo mai soli. Ciao Linda‘ è portato dai piccoli cestisti del settore giovanile, che Linda preparava e curava con impegno, grande dedizione ed autentica passione. Il minuto di raccoglimento, come su tutti i campi d’Abruzzo per decisione della Fip, due mazzi di fiori, la foto di gruppo dei piccoli allievi e dei dirigenti, gli applausi del pubblico presente e, comprensibilmente, qualche lacrima sui volti: il clima, chiaramente, è pregno di emozione.

Poi la palla a due e si passa alla gara ed ai primi canestri. I teramani sono subito in partita, i biancorossi di casa stentano ad entrarvi. Si gioca poco di squadra tra i ragazzi di coach Giovanni Gesmundo e gli ospiti sono bravi a tenere alte tensione e concentrazione e ad approfittare della domenica storta dei locali.

Sempre in vantaggio Teramo: il primo quarto è chiuso sul 20-29, poi riscatto della Vasto Basket, sostanziale equilibrio, ma nuova e decisiva accelerazione del quintetto viaggiante. All’intervallo lungo il punteggio segna 38-41, l’inizio degli ultimi dieci minuti è sul 57-64. Troppi gli errori dei vastesi e la rimonta non c’è. Anzi, sono i teramani ad allungare fino al +16 finale.

Nella Generazione Vincente 23 punti a testa per Fontaine e Oluic, gli altri, Ucci a parte (10), tutti senza doppia cifra. Top scorer del match il teramano Gallerini (27), con buoni livelli di realizzazione dai vari Sebastianelli, Piccinini, Palantrani e Sacripante.

La prossima sfida della ‘fase a orologio‘ si presenta importante ed anche delicata considerando le due sconfitte inanellate: si andrà Mosciano e bisognerà voltare immediatamente pagina.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it

Continue Reading
Advertisement
Advertisement
error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi