Connect with us

Sport e scuola

‘Vela a Scuola’: un giro in barca all’insegna della condivisione

Published

on

Bell’esperienza per un gruppo di studenti dell’Istituto Comprensivo ‘Rossetti’ grazie al Circolo Nautico di Vasto

Un pomeriggio di fine anno scolastico diverso dagli altri per gli alunni delle classi 1 e 2 B del corso orientante Artistico sperimentale della Scuola Secondaria “G.Rossetti”, un giro in barca che diventa occasione di aggregazione e festa per decine di ragazzi meravigliosamente insieme.

L’iniziativa si chiama “Vela a Scuola”, fa parte del progetto promosso dalla Federazione Italiana Vela in collaborazione con il Miur, che ha la finalità di promuovere lo sport velico ai giovani, di incrementare la presenza e l’offerta di vela nel mondo scolastico, al fine di instaurare ed accrescere una cultura marinara con particolare riferimento alla comprensione e rispetto dell’ambiente.

Il presidente del Circolo Nautico l’Avv. Nicola Mastrovincenzo spiega che si tratta di un progetto che prevede delle attività teoriche in aula e pratica in acqua, curata attraverso i Circoli Velici affiliati alla Federazione Italiana Vela. La prof.ssa Emma Columbro, insieme ai suoi studenti dell’I.C. “G.Rossetti” e alcuni genitori, con il Circolo Nautico di Vasto e Guardia Costiera, hanno dato vita ad una unica e speciale gita in barca con partenza dal porto di Punta Penna per visitare la meravigliosa costa vastese.

“Ad accogliere i ragazzi al porto – sottolinea la prof.ssa Columbro – c’erano il presidente, rappresentanti del Direttivo, soci del Circolo Nautico e personale della Guardia Costiera che, grande professionalità, infinita cura, minuziosa attenzione e passione hanno preparato e spiegato il rispetto e le regole del mare. L’Istruttore FIV Mike Ruzzi ha coadiuvato le operazioni di imbarco. Otto le barche sulle quali i piccoli studenti sono saliti, Giuggiola, Silfedana, Paludani, Peter Pan, Stellina, Dragon Fly, Anita, Papi rigorosamente con i giubbotti di salvataggio, necessari per garantire la sicurezza. 

A bordo dell’imbarcazione hanno preso posto i ragazzi, sempre pronti a partecipare con entusiasmo ad iniziative di questo tipo, infatti in quest’ottica l’evento è diventata un’occasione di confronto e socializzazione con coloro che il mare non lo possono vivere tutti i giorni, per costruire uno spirito di collaborazione con le componenti sociali della nostra città.

Entusiasmo e condivisione – conclude la prof.ssa Columbro – hanno contraddistinto il sereno e piacevole  pomeriggio. Buon vento a tutti“. 

Redazione Vasport – redazione@vasport.it