Connect with us

Calcio

10 in 10: Vastese, questa è la strada giusta ma sotto porta devi migliorare

Published

on

Ad Agnone i biancorossi hanno scollinato quota 30, saranno fondamentali gli ultimi quattro match interni della stagione

Diarra e De Angelis

Se il pallonetto di Leo Grazioso dopo aver baciato la traversa si fosse spento in rete staremmo qui a pensare di un’altra ghiotta occasione sprecata. Nel calcio però con i se e con i ma non si va da nessuna parte, ecco perché la Vastese è contenta di essere uscita da Agnone con tre punti pesantissimi.

Confezionati da Diarra, abile ad intercettare sul secondo palo la spizzata di Obodo e regalare ai biancorossi un successo che mancava da due mesi e mezzo. Classifica alla mano i punti ora sono 32 (con tre partite ancora da recuperare) e guardando al gruppone di 8 squadre (dal Castelfidardo 9° al Real Giulianova 16°) in lotta per evitare salvezza e/o playout per Di Filippo e compagni la situazione è serena anche se mancano alcuni mattoncini da incastonare per brindare alla salvezza diretta.

In attesa di capire se il numero di squadre retrocesse in Eccellenza saranno tre o quattro la Vastese ha, ad oggi, quota 42 come traguardo da raggiungere. A conti fatti restano 10 punti da conquistare nelle ultime 10 giornate e dando un’occhiata al calendario gli ultimi quattro match interni della stagione saranno fondamentali se non addirittura decisivi. A partire dai prossimi due ravvicinati, quelli di domenica 9 e mercoledì 12 rispettivamente contro Notaresco e Castelfidardo senza dimenticare gli altri due quando all’Aragona saranno di scena Cynthialbalonga (26 maggio) e Porto Sant’Elpidio (9 giugno). Raccogliere quei 10 punti nei match interni vorrebbe dire obiettivo raggiunto ma i biancorossi hanno tutte le carte in regola per chiudere il discorso salvezza in largo anticipo.

Le prestazioni molisane (contro Campobasso e Agnonese) hanno fatto capire che i vastesi hanno qualità in tutti i reparti ma in vista del rush finale dovranno migliorare lo score sotto porta. Tre gol nelle ultime quattro giornate sono pochi ripensando alla mole di occasioni di gol create soprattutto domenica in casa dell’Agnonese dove le reti sarebbero dovute essere molte più di una. L’intuizione di Diarra è bastata per costruire la vittoria, ora ne serviranno (almeno) altre tre per toccare con mano la salvezza. Più gol per gli ultimi 10 punti, questa è la strada per portare la Vastese verso il traguardo, da raggiungere il prima possibile.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it