Connect with us

Calcio

A Casalbordino arrivata la corazzata L’Aquila: tanta voglia di impresa

Published

on

Tra i giallorossi c’è l’ex La Selva. Aquilani in difficoltà, occhio allo scernese Nando D’Ercole

L’ex di turno La Selva e Nazari

Chi l’avrebbe mai detto, Casalbordino con i sorrisi e L’Aquila con tanti punti interrogativi. Le due istantanee però rappresentano l’ultimo periodo delle due realtà chiamate a sfidarsi domenica pomeriggio in quello che comunque resta un match da “Davide contro Golia”.

Domenica pomeriggio (fischio d’inizio ore 14:30) sul sintetico casalese i padroni di casa arriveranno con 9 punti e il 15° posto mentre i rossoblù, in difficoltà, viaggiano in terza posizione con 24 punti a meno quattro dalla vetta. Vincendo lo scontro diretto in casa del Villa 2015 i giallorossi di patron Santoro hanno messo fine al periodo buio durato nove turni (senza vittorie) rilanciandosi in chiave salvezza.

Nicola Della Penna

Vista l’importanza del match il duo Benedetti-Iaboni può sorridere perché potrà contare su tutto l’organico al gran completo, compresi Gagliano e Mangiacasale con l’attaccante calabrese, voglioso di tornare protagonista dopo aver messo fine ai problemi fisici e che potrebbe addirittura partire dal primo minuto. Per andare a caccia dell’impresa servono gli uomini migliori, ecco quindi che oltre ai due già citati il terzetto difensivo potrebbe essere composto da Giuliano, capitan Fusaro e Nazari. A centrocampo l’inossidabile Della Penna insieme alla piacevole sorpresa Falcone mentre davanti sogna il gol dell’ex La Selva uno che in rossoblù ha conquistato la promozione in Eccellenza. Sicuri di una maglia da titolare anche De Santis, Seck e Tano. Non va dimenticato Ilyass Erragh, presenza silenziosa ma quando serve risponde sempre presente.

Iaboni e Giuliano

Oltre al deludente terzo posto (a -4 dall’Avezzano capolista) a L’Aquila sono tante altre difficoltà visti i due soli punti conquistati nelle ultime tre giornate compresa la pesante sconfitta in casa della Renato Curi Angolana. Periodo non bello confermato da due pesanti addii, prima quello dell’ormai ex capitano Cosmo Palumbo e il ds Ciccorelli. Resta in sella al momento mister Giampaolo ma la società vuole risposte concrete nell’immediato, domani la presenza dell’ex San Salvo Di Ruocco è in dubbio mentre ci sarà sicuramente lo scernese classe ’99 Nando D’Ercole uno dei punti di forza dei rossoblù. Comunque n organico di primissima fascia, elementi di spessore in ogni reparto, i centrali difensivi Scognamiglio e Brunetti, a centrocampo Bedin e Pejic senza dimenticare il centravanti Acosta. Dovrebbero partire dalla panchina gli ex Vastese Ravanelli e Falzano. Un ex anche tra gli aquilani, è il preparatore atletico salentino Ivan Puce visto in giallorosso dall’agosto del 2020 fino ad ottobre (quando il Covid fermò di nuovo tutto). Sulla carta dovrebbe essere un match senza storia ma la realtà parla di altro, soprattutto visti gli umori contrapposti degli ultimi giorni ma anche perché si partirà dallo zero a zero. L’Aquila è avvisata, il Casalbordino è affamato, pronto all’impresa per continuare a correre spedito verso la salvezza diretta.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it

Advertisement
Advertisement

Facebook