Connect with us

Calcio

A tu per tu con Cristian Stivaletta, vastese in forza al San Nicolò

Published

on

05/22/2017 Vasto – L’altro ieri c’è stato l’epilogo del campionato di serie D con la finale play off, nel caso del girone F, quello da noi seguito per ovvi motivi, tra Vis Pesaro ed Agnonese. Il match è terminato 1 a 1 ma vista la migliore posizione di classifica ad aggiudicarsi la vittoria della finale sono stati i biancorossi. In questa stagione così così per la Vastese c’è chi, figlio di questa città, qualche soddisfazione se l’è tolta. Parliamo di Cristian Stivaletta, centrocampista eclettico, classe 1995, in forza al San Nicolò che, invece, i play off li ha centrati salvo poi dover cedere alla forza della Vis Pesaro nella semifinale.
Abbiamo voluto fare una chiacchierata a tutto tondo con Cristian che, molto educatamente, si è prestato a rispondere alle domande del cronista di turno.

Cristian, intanto grazie, ma volevo chiederti come prima cosa se sei soddisfatto della stagione appena conclusa con il San Nicolò

A dire il vero non sono molto soddisfatto, sicuramente si poteva fare meglio

Però avete centrato l’obiettivo play off che sicuramente è un ottimo risultato, non credi?

Si questo è vero però potevamo arrivare tranquillamente in finale e vincere i play off. Personalmente sono invece soddisfatto per la stagione. Ho segnato anche cinque reti e sicuramente mi fa piacere ma, come ho già detto, alla fine nel calcio conta il risultato di squadra.

Com’è stato affrontare la Vastese? non si può dire da ex visto che, nel passato, avevi indossato la maglia del Vasto Marina, ma comunque la Vastese è pur sempre la squadra della tua città, quella che tifavi da piccolo.

Un po’ di emozione in più c’è stata sopratutto all’ Aragona però una volta dentro al campo è una partita come le altre e quindi cerchi di dare il massimo per portare a casa il risultato. Chi decide di fare questo lavoro quando entra in campo deve pensare a fare il bene della propria squadra.

Però contro la Vastese hai fatto una grande partita. Volevi dimostrare qualcosa a qualcuno?

Assolutamente no. Sinceramente non ho niente da dimostrare a nessuno cerco di dare il massimo a ogni partita a prescindere da quella che possa essere la squadra avversaria

La finale di domenica è terminata 1 a 1 quindi con la vittoria della Vis che può ambire al ripescaggio in lega Pro. Preventivabile a tuo avviso questo finale?

Avrei preferito che ci fossimo noi in finale anche perché la meritavamo dopo la partita con il Pesaro con un gol anche annullato regolare però il calcio è anche questo.Noi in caso di vittoria dei play off avevamo anche un buon punteggio per puntare al ripescaggio

Programmi personali per il prossimo anno? Pensi di restare ancora una stagione con il San Nicolò?

Questa è una domanda a cui ora, veramente, non saprei rispondere. Per il momento voglio svagarmi e riposarmi un pò, tra qualche settimana penserò al mio futuro e quelle che potranno essere le decisioni migliori per la mia carriera e crescita professionale.

Dai, un pensierino ad indossare la maglia biancorossa, l’avrai fatta!!

Per favore non mi fare rispondere a questa domanda ( risata )

Da vastese, ma anche da avversario, che idea ti sei fatto della stagione biancorossa?

Secondo me hanno fatto la loro stagione. Anche se il girone di ritorno hanno avuto dei problemi secondo me non hanno fatto un brutto campionato.
Queste dunque le parole del giovane centrocampista vastese. Sintetico ma sicuramente chiaro e determinato nelle risposte. A noi, inutile dire, piacerebbe vederlo indossare la maglia biancorossa ma i matrimoni, ovviamente, si fanno in due. Sarebbe, però, solo il primo passo per avere in squadra atleti del territorio con senso di appartenenza alla maglia ed una comunità
M.C.