Connect with us

Calcio

Aggancio ai playoff fallito: la Vastese chiude con una sconfitta

Published

on

07/05/2017 – All’Aragona passa l’Olympia Agnonese che vola ai playoff. Via De Filippis e Favo?

Saluto amaro. La Vastese cade di nuovo all’Aragona, l’Agnonese ringrazia e centra la qualificazione ai playoff. Un ultima giornata da dimenticare per capitan Fiore e compagni, anche una vittoria non sarebbe bastata per bussare alla porta dei playoff. Nonostante le ghiotte occasioni firmate da Galizia e Prisco il match è stato deciso da un calcio di rigore realizzato da Ragatzu, una sconfitta che archivia la stagione vastese con l’8° posto e i 45 punti finali.

La partita – Non c’è Prisco nel tridente offensivo, il centravanti campano come Felici parte ancora dalla panchina con Favo che conferma Santoro supportato da Fiore e Galizia. Tra i pali tocca ancora a Russo, in difesa sulla destra spazio a Manisi con Mensah dall’altra parte insieme ai centrali Campanella e Bartoli. Nel cuore del gioco spazio a Cosenza e Manzo con l’aggiunta del ’98 Tafili. L’Agnonese di mister Del Grossovuole blindare il quinto posto per i playoff e in avanti si affida all’esperienza di Daniel Margarita accompagnato dai giovani Guida e Gentile. Dopo le prime fasi di studio il primo e unico squillo biancorosso del primo tempo arriva con Galizia ma la sua punizione s’infrange sull’incrocio dei pali. Tanti errori da entrambe le parti, l’Agnonese fatica a rendersi pericolosa fino al trentanovesimo quando Margarita scappato sulla corsia destra penetra in area e serve l’assist a centro area ma Ricamato viene anticipato da Campanella. La ripresa si apre con una punizione dal limite calciata da Margarita ma la conclusione dell’argentino è da dimenticare. Anche la Vastese si affida alle palle da fermo, prima ci prova Fiore, poi tocca a Galizia ma Campanico controlla agevolmente. Con l’ingresso di Prisco si sveglia la manovra offensiva biancorossa, il centravanti campano va vicinissimo al gol in due occasioni ma sia su quella ravvicinata che sul colpo di testa l’estremo molisano compie due prodigi. L’Agnonese risponde colpo su colpo e con Guerra sfiora il vantaggio, sul primo c’è il miracolo di Russo, poi il diagonale sfiora il palo. I molisani buttano nella mischia anche Ragatzu ed è quest’ultimo che decide la storia della domenica, viene atterrato in area da Campanella e per il fischietto di Roma è calcio di rigore. Russo tocca la sfera ma non basta, l’Agnonese sblocca il match e mantiene il vantaggio fino al triplice fischio quando esplode la gioia dei duecento molisani sugli spalti felici per l’impresa raggiunta. Rabbia sul fronte biancorosso, la vittoria non sarebbe bastata per centrare l’aggancio al quinto posto ma il punticino raccolto nelle ultime quattro giornate interne ha segnato in negativo il finale di stagione.

Da domani s’inizierà a pensare ai programmi futuri, difficile quasi impossibile la conferma di mister Massimiliano Favo, in bilico la posizione del direttore sportivo De Filippis ma per le comunicazioni ufficiali ci sarà da attendere qualche giorno. Resta il rammarico per un girone di ritorno da incubo dopo una prima parte di campionato scoppiettante, la Vastese tornerà a correre sul rettangolo verde tra tre mesi, sarà un’estate di grandi cambiamenti.

VASTESE – OLYMPIA AGNONESE: 0 – 1

Reti: 34’st Ragatzu

VASTESE: Russo, Manisi, Mensah, Manzo, Bartoli, Campanella, Galizia(32’st Felici), Cosenza, Santoro(19’st Prisco), Fiore, Tafili(43’st Colitto). A disposizione: Rinaldi, Scutti, Di Pietro, Allocca, Napolitano, De Cinque. All.: Favo

O.AGNONESE: Campanico, Demoleon, Guerra W., Di Lollo, Cassase, Rullo, Margarita(37’st  Litterio), Ricamato(24’st Ragatzu), Pejic, Guida, Gentile(17’st Guerra N.), Cannella. A disposizione: Lucarino, D’Ambrosio, Benvenuto, Tristano, Navarro. All.: Del Grosso

Arbitro: Michele Ruggiero di Roma 1 (Battista di Torre del Greco  e Ricciardi di Ancona)

Note: Spettatori: 800; Ammoniti: Cosenza(V), Di Lollo, Demoleon, Ragatzu(A); Recupero: 0’ e 3’;