Connect with us

Calcio

Alessandro Molino: “Tolto un peso, tutti dovranno aver paura dell’Us San Salvo”

Published

on

Il bomber napoletano, alla prima tripletta con la maglia biancazzurra, non vuole fermarsi e punta a una stagione da protagonista

Molino: tripletta e pallone a casa

Un +3 personale per cancellare il -3 di squadra. Alessandro Molino al servizio dell’Us San Salvo, se in Coppa aveva messo la sua firma nel ritorno in campionato è partito a razzo realizzando una splendida tripletta nella prima giornata che ha subito cancellato il meno tre di sansalvesi portandoli a zero in classifica. Abbattendosi come un ciclone sul malcapitato Bucchianico, assoluto protagonista avendo anche propiziato la rete di capitan Izzi. Il ventitreenne capocannoniere campano è uno dei top player del girone B di Promozione, ha confermato tutto il suo potenziale già all’esordio e non intende rallentare. A San Salvo è arrivato nell’estate del 2016, da lì in avanti tra Eccellenza e Promozione ha indossato quasi sempre la maglietta dell’Us con la sola eccezione dei quattro mesi (nel 2017, da agosto a metà dicembre) trascorsi a Martinsicuro. Napoletano verace ma ormai sansalvese d’adozione, con l’Us San Salvo si è divertito tanto in Eccellenza e farà di tutto per riportarlo nel massimo campionato regionale.

Un inizio col botto, tre gol e pallone a casa, ti aspettavi una partenza così lanciata? “Difficile prevederlo, in parte siamo sorpresi anche noi perché la partenza in ritardo poteva giocarci brutti scherzi. Meglio così, passaggio del turno in Coppa e i primi tre punti in campionato, personalmente sono felicissimo per la tripletta ma è una gioia che divido con i mi compagni, loro mi mettono sempre nelle condizioni di rendere al massimo”.

Oltre alla tripletta hai propiziato il gol di Izzi, quanto è stato importante cancellare subito la penalizzazione? “Felice per il gol del capitano e felicissimo per aver già cancellato lo zero, è un peccato partire con l’handicap ma per fortuna ci siamo già tolti quel piccolo peso”.

Dopo aver iniziato con tre gol punti a vincere la classifica dei cannonieri del girone o non ci pensi? “Lavoro per migliorarmi giorno per giorno, l’obiettivo è portare più lontano possibile il San Salvo e cercare di realizzare più gol rispetto alla passata stagione, poi se saranno così tanti da portarmi alla conquista del titolo di cannoniere sarei contentissimo”.

Il gruppo è in gran parte quello della seconda parte di stagione dello scorso anno, il fatto che vi conosciate ha aiutato la vostra ottima partenza? “Con Cialdini, Izzi e Luongo formiamo un blocco che ormai si conosce da un paio d’anni. A noi si sono aggiunti altri la passata stagione e stare ancora insieme è un prezioso aiuto, è un punto di forza del gruppo”.

Come va il feeling in campo con Roman Torres? “Con Roman va tutto bene, lui è contento se la butto dentro io e viceversa. Siamo in coppia da meno di un mese, il feeling deve ancora migliorare, come inizio però non c’è male e sono sicuro che partita dopo partita entreremo ancor di più in perfetta sintonia”.

Siamo solo all’inizio ma il San Salvo ha le carte in regola per ambire al ritorno in Eccellenza? “Ancora troppo presto, sarà una lunga stagione e noi abbiamo ancora tanto da lavorare. Abbiamo la fortuna di avere un mister come Ciavatta che ci mette sempre a nostro agio, in tanti ci etichettano come ‘squadretta’ per essere partiti in ritardo ma in realtà siamo pronti a giocarcela con tutti. Noi sappiamo qual è l’obiettivo ma resta un segreto dello spogliatoio”.

Tra Promozione ed Eccellenza le offerte non sono mancate, perché hai deciso di restare ancora con il San Salvo? “Qui sto bene, San Salvo mi ha accolto a braccia aperte sin dal primo giorno, sarei potuto andare via lo scorso dicembre ma sono rimasto perché tengo troppo a questa maglia, insieme ai miei compagni voglio costruire una stagione importante”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it