Connect with us

Calcio

Amelia: “A Fiuggi per dimostrare di essere una squadra forte”

Published

on

Vastese di scena in terra laziale, l’allenatore biancorosso presenta la partita

Le difficoltà non mancano sul piano della disponibilità di giocatori, tra squalificati, infortunati e qualcuno non al meglio, ma la Vastese a Fiuggi deve “dimostrare di essere una squadra forte”.

Parole di mister Marco Amelia, alla vigilia della sfida in terra laziale, per la partita valida per la 3^ di ritorno in Serie D girone F.

Nella consueta conferenza del sabato mattina post rifinitura e poco prima della partenza per la trasferta, l’allenatore biancorosso presenta il match, tornando innanzitutto sulla gara di domenica scorsa, pareggiata all’Aragona contro il Real Giulianova. “Bravi a recuperarla in dieci dopo lo svantaggio ed un’espulsione ingiusta, potevamo fare meglio prima, ma dobbiamo girar pagina e pensare al Fiuggi, una partita importante che mi dispiace di dover affrontare con alcune defezioni, ma abbiamo comunque una rosa che ci può permettere di superare determinate problematiche”.

E allora eccolo il punto sulle defezioni: fuori Di Filippo e Vittorio Esposito, squalificati; Cacciotti e Altobelli infortunati, Alonzi febbricitante; pronti a rientrare Pollace e Pompei. “I ragazzi sono vogliosi, venderemo cara la pelle, dobbiamo dimostrare di essere una squadra forte, pure facendo i conti con le assenze, consapevoli di aver preparato bene la partita. Ho fiducia in tutti”.

Infine, il punto sulla lotta nei quartieri alti della classifica, Vastese adesso quinta, al pari di Montegiorgio e Pineto, in zona play off. “Potevano avere 4 o 5 punti in più, la linea comunque è questa. Il Notaresco ha fatto qualcosa di straordinario, poi Matelica, Recanatese, Campobasso hanno confermato il loro valore. Noi dobbiamo continuare a guardare avanti, sperando di rosicchiare qualche punto a chi ci precede. L’importante è aver ricreato ambizione, stiamo costruendo una squadra che può nel tempo dare soddisfazioni, pensando anche al presente. La mentalità è quella giusta, l’ambiente è positivo anche nel momento di difficoltà. Sono contento, perché insieme ai direttori, ai presidenti, ai dirigenti abbiamo costruito una Vastese ambiziosa”.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it

Advertisement

News più lette settimanali