Connect with us

Calcio

Anticipo nella tana della Torrese: esame tosto, la Virtus Cupello non vuol fermarsi

Published

on

Rossoblù con i dubbi Pendenza e La Selva. Dall’altra parte ci sono i fratelli Cernaz e non solo

Il sabato della maturità. Così potremmo definire l’anticipo che domani, metterà di fronte la Virtus Cupello, alla Torrese, una delle squadre più temibili dell’Eccellenza abruzzese.

Al momento però il cammino più netto è proprio quello dei rossoblù capaci di raccogliere in cinque ben 10 punti, il doppio dei teramani. La differenza di punti però in campo conterà pochissimo, nell’anticipo della sesta giornata (fischio d’inizio ore 15, a porte chiuse) a Castelnuovo i cupellesi cercheranno di dare un altro forte segnale al campionato. Mister Panfilo Carlucci continua a predicare calma, per i voli pindarici è ancora troppo presto, bisogna continuare a restare concentrati perché la stagione sarà lunghissima e faticosa. Pensando al match il tecnico vastese cambierà qualcosa rispetto a domenica scorsa. A destra rispetto a domenica scorsa ritroverà spazio Racciatti mentre in difesa c’è il ballottaggio tra Conti e Caniglia con il primo favorito. Tra i pali Di Vincenzo, davanti a lui capitan Giuliano e Felice, sull’out di sinistra Troiano e nel cuore del gioco Tafili insieme a Capitoli e Maccioni. I dubbi riguardano il tandem offensivo, sia Pendenza che La Selva (insieme già autori di 8 gol) non sono al meglio: il primo soffre per un affaticamente al quadricipite, l’altro per una botta alla schiena rimediata contro il Penne. Il tecnico vastese spera di recuperarli entrambi ma intanto c’è il 2002 Zinni che si scalda per l’eventuale seconda maglia consecutiva da titolare.

Ultime due partite senza subire gol e quattro punti conquistati, la Torrese è temibile quanto i tre top team (L’Aquila, Chieti e Avezzano) nonostante la classifica parli di 5 punti in altrettanti match. Organico con elementi di spessore in ogni reparto, nel cuore del gioco ci sarà l’argentino Angelo Cernaz, visto nelle precedenti stagioni tra Casalbordino e Vasto Marina. Nei giorni scorsi dall’argentino è arrivato anche suo fratello, l’esterno offensivo classe ’98 Valentino con esperienze italiane tra la Primavera del Pescara e Fano. Davanti due bocche di fuoco come Lalli e Criscolo, in difesa l’esperienza di Fuschi e Di Lollo. In porta occhio al 2001 Falzano. Per i rossoblù sarà il primo del doppio impegnativo test in trasferta (mercoledì infrasettimanale ad Avezzano), la Torrese cercherà di avvicinarsi ai piani alti ma di fronte si troverà una Virtus Cupello che vorrà continuare a dimostrare di poter ambire a una stagione da grande protagonista.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it