Connect with us

Calcio

Arriva l’Angolana, la Virtus Cupello vuole accelerare

Published

on

I rossoblù cercano la terza vittoria consecutiva. Torna Berardi ma non c’è Tafili. Appignani ha rianimato i nerazzurri

Un’altra vittoria per guardare sempre più da vicino la salvezza diretta. La Virtus Cupello vuole allontanarsi definitivamente dai bassifondi ma non solo, per non dover stare a guardare al cammino delle abruzzesi immischiate nella lotta per non retrocedere (Chieti, Giulianova e Avezzano) punta ad andare ben oltre quota 42, ecco perché non può rallentare.

Dopo le due vittorie consecutive il prossimo avversario si chiama Renato Curi Angolana, sempre penultima in classifica ma non più spacciata come qualche settimana fa. Domani (fischio d’inizio ore 15) appuntamento sul sintetico cupellese per l’8° giornata di ritorno si troveranno due squadre divise da dodici punti. 31 quelli finora raccolti dai rossoblù che domani oltre a Antenucci (fuori fino al termine della stagione) dovranno sicuramente rinunciare allo squalificato Tafili in gol nell’1 a 1 dell’andata.

Tornerà a disposizione dopo aver scontato la giornata di stop Berardi mentre resta ancora in dubbio la presenza di Maccioni. Davanti i ‘gemelli del gol’, Pendenza e Nazareno Battista, intesa perfetta e i 16 punti centrati nelle ultime 8 giornate lo confermano. Dietro sicuri Giuliano e ‘Lupo’ Felice.

In casa Renato Curi Angolana mai come adesso credono di poter salvare la categoria, ipotesi impronosticabile almeno fino a Natale. Poi l’arrivo in panchina dell’ex Casalbordino (dove aveva fatto un ottimo lavoro) Marco Appignani ha riacceso l’entusiasmo grazie anche ai risultati. Imbattuti da tre turni dove sono arrivati sette punti, prima di Appignani la classifica parlava di 9 punti in 18 turni, con lui in panchina sono già 10 in 6 giornate. Resta la base di affidarsi ai giovani cresciuti nel settore giovanile ma a dicembre la dirigenza nerazzurra ha pescato i vari Farias, Cinquino, Gentile, Camperchioli e Testi per aggiungere quel pizzico di esperienza in più. Mancherà in difesa lo squalificato Ronzino ma davanti sorprende il 2000 Cellucci già autore di otto gol. Un passaggio fondamentale, la terza vittoria consecutiva è un obiettivo alla portata ma la Virtus Cupello non si fida dell’Angolana e sa benissimo che in campo sarà battaglia vera.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it