Connect with us

Calcio

Botta e risposta da fermo: Pescara – Cremonese 1-1

Published

on

Anticipo di B con emozioni solo nel finale

Che peccato! Il Pescara vede sfuggire la possibilità di portare a casa il terzo successo consecutivo (sarebbe stato il quarto nelle ultime cinque gare) solo al novantesimo, grazie ad un calcio di punizione di Francesco Migliore, ex Giulianova, che deviato dalla barriera bica Kastrati per il definitivo 1-1. E pensare che in un match senza grosse emozioni in generali, i biancazzurri erano andati in vantaggio quando già si presagiva lo 0-0 conclusivo con una punizione di Galano, che ha trovato impreparato un Agazzi davvero goffo nell’inutile tentativo di repingere la conclusione. Il presidente biancazzurro Daniele Sebastiani nel post gara criticherà alcune sclete dell’arbitro Ros (non la punizione dalla quale è scaturito il gol del pari, ma quella precedente che ha consentito alla Cremonese di riversarsi in avanti e trovare il fischio che ha poi portato alla rete di Migliore).

La partita ha avuto dunque solo nella sua coda le occasioni migliori. Il primo tempo è passato senza grandi emozioni e i due portieri sono rimasti sostanzialmente inoperosi. Zauri ha abbandonato la difesa a quattro, complice anche l’assenza di Palmiero, e rilanciato dal primo minuto Drudi al centro del trio difensivo nel rispolverato 3-5-2 speculare a quello proposto da Baroni, che ha invece puntato tutto sulla coppia Ciofani-Ceravolo (poco serviti pero’ nell’arco dei novanta minuti). L’occasione piu’ nitida prima del botta e risposta finale era capitata tra i piedi di Borrelli ma una prodezza di Agazzi – croce e delizia dei suoi – aveva evitato la capitolazione. In pieno recupero una prodezza di Kastrati ha evitato la beffa totale per il Delfino, che ora guarda avanti e mette già nel mirino il Perugia di Oddo, l’ennesimo ex sulla strada del Pescara…