Connect with us

Calcio

Breda, la prima è vincente: il Pescara sbanca Ascoli

Published

on

Galano e Ceter firmano la vittoia (0-2) al Del Duca

Vince il Pescara con il neo allenatore Roberto Breda al debutto in panchina. Battuto l’Ascoli di Delio Rossi, un ex, pure lui all’esordio, con il punteggio di 2-0 grazie alle reti messe a segno da Galano su calcio di rigore e da Ceter.

La partita. Il neo tecnico biancazzurro propone i suoi sul rettangolo verde dello Stadio Del Duca con il 3-5-2 con Galano a supporto di Ceter in attacco. A centrocampo si registrano i rientri di Memushaj e Valdifiori, dal primo minuto, Maistro gioca Mezzala e Bellanova e Nzita sono gli esterni con Balzano-Bocchetti-Jaroszynski terzetto difensivo davanti a capitan Fiorillo.

Buono l’approccio alla partita del Pescara: già al 1′ si rende pericoloso Ceter che impegna Leali, poi, al 3′ è Maistro ad insidiare il portiere bianconero che devia la palla in calcio d’angolo. Al 14′ l’episodio che sblocca il match: Nzita va giù in area e Illuzzi di Molfetta accorda il rigore. Dal dischetto Galano infila alla sinistra dell’estremo difensore di casa. L’Ascoli prova a riorganizzarsi, ma il Pescara difende con ordine. Gara maschia nel primo tempo e cartellini gialli in numero corposo per il direttore di gara, su entrambi i fronti. Al 34′ è decisivo Fiorillo che si distende e manda in corner un gran sinistro di Sini dalla lunga distanza. Al 41′, sull’asse Galano-Ceter, il Pescara realizza il raddoppio: bella la rifinitura del primo, potente e preciso all’angolino il destro dell’attaccante colombiano che gonfia la rete per il 2-0 siglando il suo terzo gol stagionale dopo la doppietta all’Adriatico contro il Cittadella. In precedenza proteste ascolane per un presunto fallo su un giocatore di casa al limite dell’area pescarese proprio appena prima la ripartenza che ha portato la squadra di Breda ad andare nuovamente a bersaglio.

In apertura di ripresa, al 2′, ancora biancazzurri pungenti e Ceter, in progressione, calcia a lato da buona posizione. Al 23′ ancora Pescara protagonista: Capone, da poco entrato al posto di Ceter, esalta Leali che per due volte dice ‘no’. Altra ghiotta occasione alla mezzora: di nuovo Leali è insuperabile prima sul tiro di Bellanova, poi su quello di Galano.

Finisce 0-2: è buona la prima per mister Breda e Pescara che lascia la scomoda ultima posizione della classifica generale.

Ascoli-Pescara 0-2

Reti: 17′ Galano (rig.), 41′ Ceter

Ascoli (4-4-2): Leali; Pucino, Splendhlofer, Avlonitis, Sini; Gerbo (26′ st Chiricò), Cavion, Saric, Pierini (1′ st Cangiano); Sabiri (19′ st Tupta); Bajic (39′ st Vellios). A disp.: Sarr, Ndiaye, Ghazoini, Sarzi Puttini, Donis, Lico, Buchel. All.: Rossi

Pescara (3-5-2): Fiorillo; Balzano, Bocchetti, Jaroszynski; Bellanova (24′ st Antei), Maistro (18′ st Crecco), Valdifiori (24′ st Busellato), Memushaj, Nzita (44′ st Omeonga); Galano; Ceter (18′ st Capone). A disp.: Alastra, Ventola, Scognamiglio, Guth, Di Grazia, Vokic, Bocic. All.: Breda

Arbitro: Illuzzi di Molfetta

Foto dalla pagina Facebook Pescara Calcio

redazione@vasport.it