Connect with us

Basket

“Carmine Vive” tra basket ed amicizia

Published

on

Cala il sipario anche sulla decima edizione del Carmine Vive, il torneo di basket 3×3 più longevo e atteso della zona di Teramo.

Appassionati di basket, sorrisi, cori, abbracci, fumogeni, musica, qualche lacrima, gare e agonismo hanno di nuovo preso possesso dell’Acquaviva per una settimana dando così vita a uno dei momenti più attesi dell’estate cestistica teramana che per il sesto anno ha avuto in cabina di regia la Teramo a Spicchi, sempre coadiuvata dall’immancabile aiuto degli amici storici di Carmine Verni, grandissimo appassionato di basket e storico leader della curva dei tifosi biancorossi prematuramente scomparso 11 anni fa.

Una settimana di partite, amicizia e canestri con 43 squadre coinvolte in totale (30 giovanili, 9 senior maschili e 4 senior femminili), per un totale di circa 170 atleti fra giocatori, giocatrici, giovani e meno giovani. Numeri in crescita rispetto alla passata edizione con più formazioni coinvolte fra i ragazzi, e con un movimento generale che ha visto il centro sportivo dell’Acquaviva frequentato in massa anche da chi voleva assistere alle gare, scambiare due parole, rincontrare amici, con l’intento di onorare al meglio il ricordo di Carmine Verni, scomparso nel 2013 dopo aver lottato fino alla fine contro un male incurabile.

Anche questa edizione è stata inoltre caratterizzata dalla musica con le rock band Pineheads e The Groovers presenti martedì e sabato scorsi per intrattenere il pubblico. Come sempre, tanta commozione ha suscitato l’immancabile torciata, organizzata sabato sera in onore di Carmine, nel giorno in cui avrebbe compiuto il suo 50° compleanno. Un momento di forte partecipazione che ha coronato una manifestazione piena di partite di basket ma, cosa ben più importante, piena di voglia di ricordare insieme un caro amico che non c’è più. Da menzionare inoltre la rinnovata collaborazione venutasi a creare fra la Teramo a Spicchi e la Fidas Teramo, un connubio che ha permesso anche nuovamente di veicolare un messaggio di civiltà e umanità come l’importanza di intraprendere il percorso per diventare donatori e donatrici di sangue.

E infine, ecco i vincitori della decima edizione del “Carmine Vive”.

La coppa del torneo maschile senior è stata alzata dalla squadra I Pentiti (Alessandro Di Febo, Francesco Di Paolo, Nazzareno Massotti e Gianluca Mazzagatti). A conquistare il torneo femminile sono state le ragazze del team Le Under, formato da Matilde Ciutti, Francesca Di Febo, Sofia Iantorno e Maria Talamonti. Il trofeo “goliardia”, se è andato al team TaSp 9-1 (Niki Bartolini, Nazzareno Taraschi, Massimo Mosca). I tornei giovanili sono stati vinti da Nereto Rosso (Gino Illuminati, Francesco Cappelletti, Liam Carbonella, Kurek Kristian) nella categoria U13, dai Biggy (Luca Di Marcantonio, Matteo Manente e Andrea Ferri) nella categoria U14, dai Tiger (Federico Cabas, Daniele Petronio, Lorenzo Marra e Giovanni Ciccarelli) nella categoria U15 e dai Porchetta Boys (Francesco De Sanctis, Francesco Mattoni, Franco Meloni e Mattia Troiani).

Redazione Vasport – redazione@vasport.it

News più lette settimanali