Connect with us

Calcio

Casalbordino: batti la Nuova Santegidiese ed alza al cielo la Coppa

Published

on

Domani pomeriggio sul neutro di Città Sant’Angelo la Promozione abruzzese assegnerà il primo trofeo stagionale. Casalesi con il dubbio Letto

Una finalissima a fortissime tinte giallorosse da vincere. Portare la Coppa Italia di Promozione a Casalbordino è l’unico pensiero che alberga nella mente di capitan Triglione e compagni, domani pomeriggio bisognerà pensare solo ed esclusivamente a come battere la Nuova Santegidiese.

Dopo aver superato i precedenti cinque ostacoli si trovano entrambe all’ultimo atto, il teatro della finale sarà il “Leonardo Petruzzi” di Città Sant’Angelo dove dalle 16 l’arbitro aquilano Simone Serani darà alle 16 il calcio d’inizio con gli eventuali tempi supplementari in caso di pari al novantesimo e se serviranno ci sarà l’aggiunta dei calci di rigore. I casalesi arrivano galvanizzati alla sfida, in campionato hanno ripreso la marcia vincente e domenica gli basterà un punto per blindare il secondo posto del girone B anche se lo scontro diretto in casa della Val Di Sangro sarà ad alto coefficiente di difficoltà. Pensando però alla Coppa l’allenatore Roberto Cesario potrà contare su tutti gli effettivi a disposizione anche se convive con il dubbio legato alla presenza dell’esterno offensivo Letto, se non dovesse farcela potrebbe toccare a uno tra Lovriso e Di Gregorio. Davanti al centro dell’attacco spazio al cecchino Michele Cesario, con la doppietta di domenica ha raggiunto quota 31 in stagione(di cui 26 in campionato) e non ha nessuna intenzione di fermarsi.

A differenza del Casalbordino la Nuova Santegidiese già da qualche settimana sta pensando alla finalissima di Coppa avendo archiviato in anticipo la stagione nel girone A di Promozione centrando la salvezza in anticipo senza però poter provare l’assalto ai playoff visto l’attuale 10° posto in 44 punti. Una realtà che non ha bisogno di presentazioni avendo alle spalle quasi venti campionati di Serie D fino al 2012. Dall’anno successivo in poi a Sant’Egidio alla Vibrata la storia calcistica è ripartita dalla Terza Categoria fino al ritorno in Promozione. I giallorossi sono guidati dal giovane trentaseienne Alessandro Fabrizi nella doppia veste di allenatore/giocatore a capo di un gruppo che annovera diversi elementi d’esperienza in ogni reparto, in avanti c’è Pesce autore finora di 11 reti mentre nel reparto difensivo mancherà il centrale Faragalli squalificato. Negli ultimi due mesi e mezzo i santegidiesi tra campionato e Coppa in dieci uscite hanno inciampato appena due volte, finora pensando al campionato hanno raccolto più punti in trasferta che in casa e in semifinale di Coppa sono riusciti ad eliminare il San Gregorio ribaltando il 2 a 0 dell’andata con un roboante 5 a 0 nella sfida di ritorno.

In casa Casalbordino contano le ore che li divide dalla finalissima, tornare a casa con la Coppa sarebbe un risultato storico ma non solo, vorrebbe dire incastonare un primo tassello di una stagione che avrà ancora molto da raccontare, se vincere aiuta a vincere domani la Coppa dovrà prendere la strada di Casalbordino.

Questo il probabile undici scelto da mister Cesario: Garibaldi, Del Bonifro Triglione Di Sante Santini, Pezzotta Cernaz Galiè, Letto(Di Gregorio) Cesario Stafa

Redazione Vasport – redazione@vasport.it