Connect with us

Calcio

C’è il Sambuceto dell’ex Contini: Vasto Marina, è giunta l’ora dei tre punti

Published

on

. Ospiti senza punti in trasferta, c’è il vastese Iarocci

Prima gioia alle porte? Lo spera la Bacigalupo Vasto Marina ancora a secco di successi dopo le prime cinque giornate di campionato. Il magro bottino parla di un pareggio e quattro sconfitte dopo un calendario iniziale tutt’altro che agevole. Domani però l’occasione può essere quella giusta, sul neutro di Cupello (ore 15, a porte aperte) arriverà il Sambuceto che finora in trasferta non ancora riesce a raccogliere punti.

Non aiuta anche l’organico, per reggere l’urto di questa Eccellenza servirebbero in rosa un paio di pedine esperte che vadano ad aggiungersi a quelli che già ci sono. Tanti però sono gli under, basti pensare che domenica a Pescara mister Cesario ha buttato nella mischia l’esordiente classe 2004 Davide Santone. Senza dimenticare quei 2003 come Lupo, Di Ghionno, Petrella e Fitti finora utilizzati quasi sempre come titolari fissi. Rispetto a domenica scorsa tra i pali rienterà Marconato, nonostante il fastidio al collo capitan Galiè sarà in campo dal primo minuto. Dovrebbero essere a disposizione anche gli altri tre acciaccati di sei giorni fa (Salerno, Minutolo e Lupo) insieme a Pollutri e Troilo. Da qualche giorno in gruppo c’è anche il 2001 esterno offensivo molisano Luca Nuozzi, visto nelle ultime stagioni a Cupello dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori nell’ultimo mese e mezzo potrebbe firmare per i biancazzurri.

In campo ci sarà un po’ di amarcord riavvolgendo il nastro a ben dieci stagioni fa quando Roberto Contini, attuale allenatore del Sambuceto, fu pedina decisiva per il salto dalla Promozione all’Eccellenza del Vasto Marina. Arrivato nel dicembre del 2010 formò una super coppia gol con Nicola Sputore aiutando e non poco i biancorossi allora guidati da Massimo Vecchiotti.

Alla sua prima esperienza da allenatore nel mondo dei grandi è partito con il piede giusto, 9 punti in 5 giornate non sono pochi. C’è da migliorare il trend, ancora senza punti, lontano da casa ma i viola hanno un organico che ben può fare in questa Eccellenza. In difesa c’è il vastese classe ’99 Iarocci in un reparto che ha visto nell’ultimo periodo gli arrivi di due under come D’Angelo (2001) e Vedovato (2002). Non ci sarà lo squalificato D’Alonzo ma in porta tocca come sempre a De Deo e in avanti gente come Antichi, Nardone e Gil Ortega non andrà mai persa di vista. Così come il centrocampista Verna, finora è l’uomo in più del Sambuceto. Non sarà una passeggiata ma la Bacigalupo Vasto Marina non può più aspettare, c’è una salvezza da provare a conquistare, servono le vittorie per iniziare a crederci sul serio.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it