Connect with us

Calcio

Cesario: “Ora gol pesanti per salvare il Giulianova. Vastese, ci ho sperato ma mercoledì devo batterti”

Published

on

Il bomber vastese, tornato ad indossare la maglia giallorossa, ha subito ritrovato la via del gol ma non è bastato per evitare la sconfitta. Tra due giorni, in terra giuliese, si troverà di fronte la squadra della sua città

Cesario in Coppa Italia contro il Pescara

Due presenze da titolare finora e altrettanti gol. Il primo con la maglia del Notaresco contro il Montegiorgio, l’altro ieri quando ha bagnato il ritorno al Real Giulianova firmando l’iniziale vantaggio in casa del Vastogirardi poi vittorioso in rimonta. Michele Cesario ha il gol nel sangue e come già detto più volte ha dimostrato di poter dire la sua in tutte le categorie. Prima in Promozione, poi in Eccellenza e nell’ultimo anno firme importanti anche in D.

In estate aveva scelto con grandi motivazioni la chiamata del Notaresco certo di potersi ritagliare uno spazio importante, nonostante l’agguerrita concorrenza, ma nonostante il grande impegno e l’ottimo stato di forma per lui il minutaggio non è stato elevato, tutt’altro. Complici anche gli arrivi di Palumbo e Olcese la decisione di andare altrove per ritrovare continuità di prestazioni e gol, chiamate ne sono arrivate, tante e non solo dall’Abruzzo ma anche da Molise, Veneto e Sardegna. Ha ragionato a lungo scegliendo di tornare al Real Giulianova che dal dicembre al marzo scorso gli aveva dato la possibilità di confrontarsi con la Serie D, per la prima volta, nella sua carriera, a ventisei anni. Nella stagione passata dei quattro gol (in poche giornate), l’ultimo pesantissimo nel derby vinto contro il Chieti ad avvicinare i giuliesi alla salvezza e affossando i teatini. Un anno dopo la situazione di classifica del Real Giulianova, terzultimo, è complicatissima (eufemismo), finesse oggi il campionato, visti i dieci punti di ritardo (9 a 19) dal 13° posto, sarebbe retrocessione diretta insieme ad ultima e penultima senza poter passare dai playout.

L’esultanza dopo il gol al Chieti

C’è però ancora da giocare un intero girone di ritorno (e alcuni match da recuperare), ecco perché il classe ’94 Michele Cesario ha scelto di nuovo la maglia giallorossa: “Se sono qui è perché credo nel raggiungimento dell’obiettivo, sappiamo che la strada è in salita, inutile negarlo ma abbiamo l’obbligo di provarci, sfide come queste sono quelle che danno maggiori motivazioni”. Maglia da titolare e subito in gol: “Quattro mesi senza segnare per un attaccante sono tantissimi, riuscirci ieri dal punto di vista personale è stata una bella sensazione ma è servito a poco vista la sconfitta. Ecco, da qui a giugno spero che le mie reti facciano rima con vittoria, ne servono tante per raggiungere la salvezza”.

La Serie D non conosce soste e mercoledì a Giulianova (si giocherà al “Castrum-Orsini” e non al “Fadini”) sarà di scena la Vastese imbattuta da otto giornate. In mezzo a queste anche il pari conquistato in casa del Notaresco, in quell’occasione Cesario indossava ancora la maglia dei teramani e subentrato nella ripresa all’ultimo secondo sfiorò il gol vittoria ma la sfera terminò a “un centimetro dal palo” consegnando ai biancorossi un punto pesantissimo. Un mese dopo Michele Cesario, con il Real Giulianova dovrebbe partire titolare e sfidare di nuovo la squadra della sua città, quella per la quale però, al momento, non è mai riuscito a giocare se non da avversario tra D ed Eccellenza.

Nelle scorse settimane era spuntata anche la voce di un interessamento dei vastesi nei suoi confronti ma poi all’Aragona sono arrivati Mamona e Franzese: “Qualche telefonata dalla Vastese è arrivata – la conferma arriva proprio da Cesario – non nego che speravo l’affare andasse in porto ma anche questa volta la trattativa non è decollata. Non ne faccio un dramma, ho scelto di nuovo il Real Giulianova e come già detto farò di tutto per aiutare questa società a centrare la salvezza”. Se la Vastese non perde da otto turni i giuliesi, di contro, in casa non vincono addirittura da un anno, l’ultima vittoria interna è datata 23 febbraio 2020, contro il Fiuggi: “Ecco – ha concluso l’attaccante di Vasto – per credere nella salvezza dobbiamo conquistare più vittorie possibili in casa, a partire da mercoledì. Di fronte ci troveremo di fronte una Vastese forte, in forma e agguerrita ma noi abbiamo poche alternative, dovremo fare di tutto per batterla, poi in futuro, come già detto più e più volte, spero di poter indossare la maglia della mia città”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it