Connect with us

Calcio

Cogliati è “illegale”: stende il Notaresco e regala il primo posto al Campobasso

Published

on

Big match deciso dal bomber milanese autore di un incredibile poker. Primo kappaò stagionale per gli abruzzesi

Un alieno avvistato al “Nuovo Romagnoli”: per fortuna del Campobasso ha nome e cognome, Pietro Cogliati. Domenica pazzesca per l’esperto bomber milanese decisivo con un poker pazzesco nella 7° giornata del girone F di Seri D. Nulla da fare per il Notaresco costretto alla prima sconfitta consecutiva dovendo anche cedere il primato proprio ai molisani. Dopo oltre un mese e mezzo di stop il Campobasso è tornato in campo facendolo come meglio non poteva, vittoria nella supersfida, imbattibilità confermata e ritorno al primo posto. Grazie a un Cogliati letteralmente “illegale”, quattro gol in una domenica fondamentale per la stagione potendo contare sul supporto prezioso di Vittorio Esposito fondamentale con tre assist al bacio. In mezzo di aveva anche provato il Notaresco trovando con merito il gol del momentaneo pari arrivando con l’uomo in meno. Nella ripresa, dopo la parità numerica, Cogliati non si è fermato e ha trascinato il Campobasso verso il 4 a 1 finale.

La partita – I rossoblù chiamati al big match contro la capolista dopo quarantanove lunghi giorni d’assenza da match ufficiali. Davanti c’è tanta qualità su entrambi i fronti, i molisani schierano Esposito e Cogliati, tra gli abruzzesi altri due di spicco come Dos Santos e Banegas. Tanta qualità in ogni zona di campo per una supersfida che promette scintille anche pensando ai tanti ex, oggi tutti sulla sponda molisana. Oltre mister Cudini ci sono il capitano Bontà, Dalmazzi, Candellori e Fabriani. Doveroso prima del fischio d’inizio il minuto di silenzio in onore di Paolo Rossi, scomparso nei giorni scorsi dopo aver combattuto, a lungo, contro una brutta malattia. Si parte e al quattordicesimo Cogliati imbecca Vitali che vola in campo aperto ma al limite dell’area viene steso da Colombatti, il fischietto napoletano non ha dubbi ed estrae il rosso per fallo da ultimo uomo. Notaresco in dieci ma la punizione dal limite calciata da Vittorio Esposito è da dimenticare. Va molto meglio dieci minuti dopo quando il folletto di San Martino in Pensilis non calcia verso la porta ma inventa un assist delizioso, sugli sviluppi di una punizione, per bomber Cogliati che con un bolide di destro fulmina Shiba, molisani ora di nuovo primi in classifica. Esposito è tarantolato, semina il panico sulla sinistra e con il suo classico tiro a giro chiama al miracolo Shiba che tiene a galla i suoi. Gli abruzzesi però non crollano e quando attaccano fanno paura, ci vuole un doppio intervento di Raccichini a stoppare Banegas e Dos Santos sotto porta. Il Notaresco è vivo e lo fa capire poco prima di rientrare negli spogliatoi, Dos Santos avanza di forza, penetra in area e viene atterrato da Menna, anche in questa occasione zero dubbi per Mirabella, è calcio di rigore. Dagli undici metri va Banegas, esecuzione perfetta per il pareggio che riporta il Notaresco al primo posto.

La ripresa si apre con gli stessi ventidue in campo e al pronti via sul solito asse il Campobasso rimette la testa avanti: invito di Esposito nel corridoio, il “Prof” Cogliati penetra in area e con un sinistro perfetto beffa Shiba. A metà ripresa altro episodio chiave del match, Vitali cade in area, per l’arbitro è simulazione, doppio giallo per l’undici molisano e match che torna in parità numerica. I molisani però possono godere avendo dalla loro Pietro Cogliati, esce vincitore da un’azione a centro area e firma a un quarto d’ora dal novantesimo il tris di giornata. Non contento cinque minuti più tardi, sul terzo servizio di giornata di Esposito, con un altro perfetto sinistro batte per la quarta volta Shiba: un poker da urlo per il cecchino milanese, il Notaresco dopo aver retto l’urto si è dovuto arrendere.

Al triplice fischio grande gioia per il Campobasso che centra la quinta vittoria stagionale riprendendosi la vetta del girone F salendo a quota 16 riuscendo a mantenere l’imbattibilità e guardando con tanta fiducia verso il prossimo big match in programma domenica prossima a casa del Castelnuovo Vomano. Amarezza in casa Notaresco per la prima sconfitta stagionale ma contro questo Pietro Cogliati oggi c’era davvero poco da fare. Nonostante la discesa al secondo posto gli abruzzesi possono essere soddisfatti, tra sette giorni contro il Castelfidardo gli uomini di Epifani faranno di tutto per ritrovare subito il sorriso.

CAMPOBASSO – S.N. NOTARESCO: 4 – 1

Reti: 24’pt e 2’st, 30’st e 35’st Cogliati (C), 44’pt Banegas su rigore (N)

CAMPOBASSO: Raccichini, Fabriani (44’st Martino), Vanzan, Brenci (38’st Zammarchi), Menna (42’st Sbardella), Dalmazzi, Bontà (42’st Tenkorang), Candellori, Cogliati, Esposito, Vitali. A disposizione: Piga, Capuozzo, Caricati, Di Domenicantonio, Sforzini. Allenatore: Mirko Cudini

S.N. NOTARESCO: Shiba, Bianciardi, Colombatti, Speranza, Marchionni, Frulla, Dos Santos, Banegas (35’st Cancelli), Blando, Simoncini, Di Stefano (10’st Gallo). A disposizione: Demalija, Ghiani, Di Saverio, Massarotti, Paganini, Sorrini, Cesario. Allenatore: Massimo Epifani

Arbitro: Domenico Mirabella di Napoli (Cataneo di Foggia e De Palma di Molfetta)

Ammoniti: Bontà (C), Menna (C), Brenci (C), Frulla (N), Bianciardi (N), Dalmazzi (C); Espulsi: 14’ pt Colombatti (N) e 22’st Vitali (C); Recupero: 1’ e 4’.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it