Connect with us

Sport

Comitato 4.0: “A settembre sarà una fase drammatica per lo sport”

Published

on

Gran parte del mondo dello sport, riunito sotto questo nuovo comitato, lancia un grido d’allarme in vista della prossima stagione

Meno di un mese a disposizione per cercare di trovare soluzioni affinché gran parte degli sport nazionali non arrivino al definitivo collasso. Il grido d’allarme si fa sempre più forte, quello che da mesi continua a lanciare il Comitato 4.0 che raccoglie principalmente leghe di basket e pallavolo (maschili e femminili), Serie C di calcio e atletica.

Non sentiamo ancora parlare delle riaperture di stadi e di palazzetti al pubblico, da un lato, e dall’altro abbiamo protocolli o troppo rigidi – si legge nel comunicato del Comitato 4.0 – pensiamo alla quarantena per gli atleti che provengono dall’estero – oppure che non tengono conto delle specificità di ogni disciplina. Capiamo la prudenza ma il nostro è un problema serissimo. Palazzetti e stadi a settembre non riapriranno al pubblico e le sponsorizzazioni nei confronti dei club sono ai minimi termini. Al Governo chiediamo che intervenga adesso, pianificando il da farsi, introducendo misure a sostegno delle nostre società, come il credito di imposta sulle sponsorizzazioni, e prevedendo strumenti nuovi come l’apprendistato. Non c’è più tempo, il comparto economico ed occupazionale rischia il collasso. E con esso, tutto l’indotto sociale, pensiamo anche alla mancata possibilità di effettuare provini per i giovani atleti, un fatto mai accaduto prima. In autunno a queste difficoltà enormi si aggiungerà la restituzione di quanto rinviato per tributi e tassazioni e la situazione potrebbe diventare non sopportabile per i club”.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it