Connect with us

Calcio

Continuare a volare: il Cupello non vuole fermarsi con il Paterno

Published

on

Sul neutro di Capistrello rossoblù senza gli infortunati Marinelli e Troiano. Al rientro D’Alessandro e Tucci. Padroni di casa ancora senza vittorie

Il mondo capovolto almeno in questo inizio rispetto al recente passato. Cupello terzo e Paterno in basso, rossoblù imbattuti e marsicani ancora a caccia della prima vittoria. Ogni partita però ha la sua storia, ecco perché il Cupello da martedì pomeriggio alla ripresa degli allenamenti ha resettato tutto per prepararsi al meglio in vista della difficile trasferta di domani (ore 15). Quella che metterà capitan Giuliano (oggi spegne le 37 candeline, auguri!) e compagni di fronte al Paterno sul neutro di Capistrello contro una compagine che negli ultimi anni ha sempre lottato per il salto di categoria e che in queste prime giornate non ancora riesce ad trovare la strada giusta per il successo.

Domani in campo l’allenatore Panfilo Carlucci non potrà sicuramente contare sul centravanti Vito Marinelli, sei giorni fa dopo essersi accasciato a terra ha fatto temere tutti ripensando al suo infortunio al ginocchio, la risonanza di mercoledì mattina ha escluso drammatiche ricadute ma dovrà comunque restare a riposo per qualche settimana. Al suo posto un under tra il 2002 Zinni o il ventenne Menna mentre a centrocampo tornerà dal primo minuto il 2000 Jacopo D’Alessandro dopo aver scontato la giornata di squalifica. Mancherà anche il 2001 Nico Troiano out per un fastidio muscolare, non ancora al top della forma ma in panchina dopo il lungo infortunio si rivedrà Simone Pio Tucci. Scalpita per una maglia da titolare anche Antenucci, sarà usata ancora la prudenza o verrà preferito a Berardi? Per il resto non ci saranno novità rispetto ai protagonisti di domenica scorsa capaci di giocare alla pari di una Torrese costruita per puntare al vertice.

La partenza non è stata delle migliori, un doppio 1 a 1 contro Nerostellati e Amiternina (senza dimenticare l’eliminazione dalla Coppa) ha in parte ridimensionato il Paterno anche se da qui ad aprile ci sono ancora ben trentadue giornate per provare a risalire la china e leggendo i nomi in rosa i marsicani hanno tutte le carte in regola per ritrovare la via maestra. I cupellesi sperano possa accadere magari tra nove giorni ma i nerazzurri di mister Tonino Torni domani cercheranno il primo successo stagionale affidandosi a un gruppo esperto che annovera tra le proprie fila gente del calibro di Sassarini, Di Girolamo, Mercogliano, Mauti, Tabacco, Stornelli e Albertazzi. Una domenica ad alto coefficiente di difficoltà per il Cupello ma nell’ambiente c’è tanta voglia di continuare a sorprendere, anche senza bomber Marinelli l’obiettivo è mantenere l’imbattibilità.

 

Redazione Vasport – redazione@vasport.it       

  • KODAK Digital Still Camera