Connect with us

Calcio

Coppa Abruzzo: Scerni, in semifinale ti toccano due ‘scogli’

Published

on

I rossoblù arrivati al penultimo atto esordiranno mercoledì 4 aprile in casa della corazzata Scafa Cast detentrice del trofeo e a un passo dalla vittoria del campionato

Un onore esserci arrivati, adesso però viene il bello. Una semifinale affascinante e difficile al tempo stesso, mancano ancora le comunicazioni ufficiali ma i due triangolari e le prime sfide sembrano già cosa fatta. Lo Scerni è rimasta l’unica territoriale in corsa per la conquista della Coppa Abruzzo Dilettanti, nei quarti di finale ha eliminato il Vasto Marina e ora per completare la sua impresa dovrà vedersela con Scafa Cast ed Atessa Mario Tano.

Due squadre che nei rispettivi gironi stanno mantenendo un passo imponente, se quello degli atessani i rossoblù di mister Nicola Di Martino lo conoscono benissimo avendoli già sfidati in campionato(0 a 0 a Scerni)nel girone B dove occupano la seconda posizione alle spalle del Lanciano da qualche ora si è scoperto l’infinito potenziale degli scafesi, imbattuti in casa da ben undici mesi. Per dare l’idea di che squadra si andrà ad affrontare basterebbe evidenziare un dato, ha la stessa media punti della corazzata Lanciano ma rispetto ai rossoneri finora in campionato non ha mai conosciuto la parola sconfitta(come il Castelnuovo Vomano, inserito nell’altro triangolare di Coppa con Silvi e San Benedetto Venere) vincendole tutte e rallentando solo in cinque occasioni. La prima sfida di semifinale, in programma mercoledì 4 aprile, chiamerà lo Scerni proprio alla trasferta in terra scafese, due squadre che a questo punto della stagione puntano con decisione alla Coppa ma se gli scernesi sono settimi in classifica lontani da playoff e playout, lo Scafa Cast con tredici punti di vantaggio sulla seconda dopo la pausa di Pasqua(domenica 8 aprile) potrebbe centrare la promozione con quattro giornate d’anticipo. Un trofeo che i gialloneri hanno già conquistato nella stagione passata(battendo in finale il Real Trecimiere), ecco perché puntano con decisione al bis.

Uscire sconfitti dalla prima semifinale vorrebbe dire salutare la competizione, ecco perché i rossoblù sperano di tornare a casa con un punto mercoledì 4 aprile che sarebbe un risultato pesante quanto una vittoria. L’Atessa Mario Tano entrerà in scena sette giorni dopo(11 aprile) ma lo Scerni quel mercoledì spera di non giocare, a quel punto la finalissima sarebbe più vicina che mai.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it