Connect with us

Calcio a 5

Cristian Di Ghionno: “All Games, prendiamoci la salvezza”

Published

on

04/01/2018 – Il capitano dei sansalvesi analizza la prima parte di stagione e indica la strada per il cammino futuro

Vacanze finite e ritorno in campo. Un’altra settimana sarà dedicata solo ed esclusivamente agli allenamenti in vista della prima sfida ufficiale del nuovo anno che vedrà l’All Games San Salvo C5 affrontare la delicata trasferta salvezza a Popoli in casa dell’Antonio Padovani Futsal distante due punti in classifica. Per i sansalvesi iniziare il 2018 con una vittoria vorrebbe dire abbandonare l’attuale penultimo posto nel campionato di C1 abruzzese e guardare al prosieguo della stagione con maggiori convinzioni. Di questo ed altro abbiamo parlato con il giocatore simbolo dell’All Games, il capitano classe 1986 Cristian Di Ghionno, in campo elemento universale capace di giocare in più zone del campo aiutando e non poco la squadra anche con i gol non solo con le ottime prestazioni. Sempre in doppia cifra, nella passata stagione terzo nella classifica marcatori e sempre di andare in doppia cifra. Quest’anno, il primo con la fascia al braccio, è fermo a quota 7, l’impressione è che raggiungerà ancora la doppia cifra perché i gol serviranno ai biancazzurri per riemergere dai bassifondi e puntare dritti alla salvezza.

Cristian Di Ghionno, il 2018 dovrà essere l’anno della salvezza, obiettivo possibile o l’attuale penultimo posto complica i piani? “È sicuramente alla portata ma per raggiungerla servirà un girone di ritorno perfetto perché le altre squadre che al momento sono davanti a noi hanno qualità importanti e sono attrezzate per giocarsela fino alla fine”.

Appena quattro vittorie nelle prime quindici giornate, su quali aspetti dovrete lavorare per dare l’accelerata decisiva nella seconda parte di stagione? “Condizione fisica in primis, tatticamente siamo cresciuti molto con il passare delle settimane ma difensivamente commettiamo ancora qualche sbavatura di troppo, complice è anche la posizione in classifica. In alcuni momenti della partita, specie quando il risultato è in bilico, ci schiacciamo troppo, forse il punto su cui dobbiamo lavorare maggiormente è sulla convinzione di potercela fare, di poter giocare e provare a vincere con chiunque”.

Cosa l’All Games non dovrà ripetere nella seconda parte di stagione pensando agli errori commessi nel girone d’andata? “Evitare cali di concentrazione, specie nelle sfide interne dove abbiamo perso troppi punti, da qui alla fine della stagione a San Salvo dovr emo costruire la salvezza, per noi il fattore campo è sempre stato decisivo sperando che anche la fortuna giri un po’ dalla nostra parte”.

Come mai nel girone d’andata avete incontrato maggiori difficoltà rispetto alle aspettative estive? “L’inizio difficile era da aspettarselo, ci sono stati molti cambiamenti, gruppo nuovo e, per alcuni, sport nuovo e complicato, sapevo che ci sarebbe servito del tempo per amalgamarci, guardando alla classifica ci sono mancati i punti che avremmo dovuto conquistare in casa”.

L’impatto di Peppino Di Risio si è già visto all’esordio in maglia biancazzurra, cosa potrà darvi nella seconda parte di stagione? “Velocità, freschezza ed estro, parliamo di un elemento giovane e molto forte soprattutto nell’uno contro uno, può risolvere le partite più difficili ed in più ha avuto la fortuna di fare esperienze di alto livello e di essere cresciuto calcisticamente con mister Lanza, quindi sa che in questo sport il senso tattico è fondamentale.”.

Per l’All Games l’arrivo di Di Risio sarà l’unica arma in più per abbandonare il penultimo posto e puntare dritti alla salvezza? “Peppino è stato un acquisto fondamentale ma vale lo stesso per i ritorni in gruppo di D’Amico e D’Alonzo, la loro presenza ed esperienza faranno la differenza tanto quanto Di Risio, questo gruppo, tutto unito, può togliersi le proprie soddisfazioni, ci crediamo e lo vogliamo”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it