Connect with us

Calcio

Cupello: pari che non serve, per salvarti ti serve il playout

Published

on

I rossoblù di coach Panfilo Carlucci pareggiano 0-0 contro il Montorio e, con la concomitante vittoria dell’Amiternina sul San Salvo, falliscono la salvezza diretta. Il 6 maggio playout proprio contro il Montorio

 

Il Cupello impatta sullo 0-0 in casa contro il Montorio e per la salvezza dovrà passare per la lotteria dei playout. Centottanta minuti fa la salvezza diretta sembrava solo una formalità e invece i rossoblù dovranno rimandare tutti i discorsi al 6 maggio proprio contro il Montorio. Tre giorni fa la sconfitta subita in rimonta a San Salvo e oggi un pareggio a reti inviolate contro il Montorio non hanno permesso ai cupellesi di poter festeggiare la salvezza evitando i playout. L’Amiternina (vittoriosa contro il San Salvo per 2-1), finita a pari punti con il Cupello, si salva in virtù degli scontri diretti favorevoli. Se il River Chieti avesse battuto il Chieti, le tre squadre sarebbero finite pari e il Cupello si sarebbe salvato per una migliore classifica avulsa. 

Nel primo tempo il Cupello ha provato in più occasioni a portarsi in vantaggio, sfiorando la rete soprattutto con il bomber Alessandro Pendenza che ha colpito un clamoroso palo interno. Nel secondo tempo pochissime emozioni e gioco molto spezzettato con molta tensione in campo fra le due formazioni. Marconato mai chiamato in causa nell’arco dei novanta minuti. Al fischio finale molta delusione fra i cupellesi per i risultati dagli altri campi, che condannano la squadra allenata da Panfilo Carlucci a giocarsi il playout il prossimo 6 maggio proprio contro il Montorio. La sfida sarà secca e si giocherà a Cupello: i rossoblù avranno due risultati su tre a disposizione. Il Cupello dovrà anche fare il tifo per il San Nicolò in Serie D: nel caso di un’eventuale retrocessione dei teramani, sarà necessaria una finalissima fra le due vincenti dei playout per decretare la sola formazione che resterà in Eccellenza.

 

Cupello-Montorio 88 0-0

Cupello: Marconato, De Cinque, Bruno, Progna, Giuliano, Benedetti, Tucci, Quaranta (23′ st D’Antonio), Pendenza, Capitoli (20′ st Troiano), Ninte (30′ st Berardi). A disposizione: Stivaletta, Menna, Di Paolo, Nuozzi. Allenatore: Panfilo Carlucci.

Montorio 88: Recchiuti, Del Monte, Gizzi, Durante, Marini, Zurita Gomez, Pavone, Colacioppo, Ridolfi (39′ st Corbo), Ndiaye, Di Stefano (17′ st Lombardi). A disposizione: Digifico, Islamovski, Cerasi, Furia, Maselli. Allenatore: Sabatino Cipolletti.

Arbitro: D’Antuono di Pescara

Note: Ammoniti: Tucci (C), Di Stefano (M), Marini (M). 

 

Andrea Giove – andreagiove@vasport.it