Connect with us

Calcio

D’Alessandro: “Voglio lottare per i colori della mia città. Insieme all’Us San Salvo il più in alto possibile”

Published

on

Il classe 2000 sansalvese, come gli altri suoi compagni, spera di tornare in campo già nei prossimi mesi per trascinare i biancazzurri verso i playoff

Anche la prossima sarà un’altra domenica senza campionato. In realtà in Abruzzo Eccellenza e Promozione avrebbero chiuso ieri, giovedì 9 aprile, la stagione regolare ma come sappiamo, il Coronavirus ha rivoluzionato le nostre vite fermando ormai da oltre un mese anche tutte le attività sportive.

Se si fosse sceso in campo senza problemi ieri l’Us San Salvo avrebbe dovuto affrontare tra le mura amiche l’Ovidiana Sulmona in uno scontro diretto sicuramente decisivo per l’accesso ai playoff. Quinta contro terza, sfida che al momento resta in sospeso come tutte le precedenti giornate, Ortolano ha aperto alla possibilità di portare a termine Serie D ed Eccellenza ma sulla Promozione c’è un punto interrogativo.

Senza calcio giocato anche per i dilettanti non è facile, soprattutto per i giovani, come il classe 2000 Enrico D’Alessandro, sansalvese doc, cresciuto con gli Aquilotti ma visto per quattro stagioni a Cupello. Da due anni però è in pianta stabile con la prima squadra dell’Us e sulla corsia destra risulta spesso decisivo. Corsa facile, in campo ci sa stare, di prezioso apporto per i compagni e anche fondamentale con 4 gol.

Enrico D’Alessandro, oltre un mese senza calcio giocato, quanto manca? “Ho letto già le parole di alcuni miei compagni con cui parlo tutti i giorni attraverso i social, vale la stessa storia per tutti, campo e spogliatoi per noi sono ossigeno vitale e sta mancando parecchio”.

Nei giorni scorsi tuoi compagni come Di Pietro, Molino e Minervino hanno detto che sperano di tornare in campo, per te ci sono ancora possibilità o già pensi alla prossima stagione? “La speranza che accomuna tutti, si dice che la Promozione è uno di quei campionati in bilico ma il nostro obiettivo è tornare in campo nei prossimi mesi per concludere al meglio questa stagione”.

Come ti alleni a casa per tenerti in forma? “Si fa quel che si può, lavoro per mantenere un buon stato di forma anche se, lo sanno tutti, l’allenamento sul campo è altra storia”.

Giovane ma fondamentale nello scacchiere biancazzurro con prestazioni e gol, eri contento della tua stagione fino al momento dello stop? “A quest’età non ti puoi mai accontentare. Felice comunque di quanto fatto vedere fino a quando non ci siamo fermati anche se cerco sempre di migliorarmi”.

Nonostante il kappaò eravate in corsa per i playoff, sarebbe un motivo per tornare in campo e centrare l’obiettivo? “Certo, ci alleniamo per quello. Vogliamo tornare a respirare l’aria di prima per portare il San Salvo nei playoff e non solo…”.

Contento della fiducia che ti ha dato mister Ciavatta? “Felicissimo, con lui nelle ultime due stagioni ho giocato tanto ma lo ringrazio anche perché dal punto di vista calcistico sono cresciuto molto”.

C’è un giocatore che quando guardi le partite in tv ti fa impazzire? “Messi, fantasia al potere. Mi fa letteralmente impazzire, senza dubbio il numero uno al mondo”.

La prossima stagione sarà l’ultima da under, speri di salire in altre categorie? “Sono sempre concentrato sul presente, la categoria conta fino a un certo punto. Il mio obiettivo principale è restare con l’Us San Salvo e lottare ancora a lungo per i colori della mia città”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it