Connect with us

Calcio

Dall’Aragona alla Serie A: la marcia pazzesca del Benevento in 321 giorni

Published

on

I campani ieri sera hanno conquistato la matematica promozione nella massima serie con ben sette turni d’anticipo

Il presidente Bolami e mister Pippo Inzaghi

Era solo calcio d’agosto ma a distanza di quasi undici mesi la Vastese può dire di essere una delle poche squadre ad aver avuto il pregio di poter frenare la corazzata Benevento. Nulla a che vedere con i match ufficiali ma il 13 agosto del 2019 all’Aragona i biancorossi riuscirono a strappare il 3 a 3, all’ultimo assalto (leggi), contro quelli che poi hanno letteralmente dominato la Serie B.

Il Benevento sta riscrivendo i record della cadetteria grazie a un cammino pazzesco culminato ieri sera con la matematica promozione in Serie A arrivata con ben sette giornate d’anticipo. Dall’amichevole all’Aragona al raggiungimento della Serie A, tutto in 321 giorni con i campani capaci di infilare una serie incredibile di risultati. Basti pensare al +24 sulla seconda in classifica, le 23 vittorie, i 7 pareggi e la sola sconfitta. Un capolavoro quello costruito da mister Pippo Inzaghi e i suoi ragazzi, tra i quali troviamo anche un pezzo d’Abruzzo, l’aquilano Lorenzo Del Pinto, già alla sua seconda promozione in A con i giallorossi dopo quella del 2017.

In quel caldo martedì d’agosto i biancorossi dell’allora tecnico Marco Amelia riuscirono a trovare il pari con Cardinale e Francesco Esposito dopo essere andati sotto di due reti nel primo quarto d’ora di gioco (Di Serio e Kragl). Nei venti minuti finali il Benevento mise di nuovo il becco avanti con Goddard ma al novantesimo ancora “Ciccio” Esposito con la doppietta personale firmò il definitivo 3 a 3. La sfida tra i due ex compagni di squadra Amelia e Inzaghi, quella sera nonostante il pari anche all’Aragona tutti si erano accorti dell’infinito potenziale dei giallorossi completi in ogni reparto.

La Vastese mandò in campo tutti gli uomini a disposizione, molti dei quali protagonisti poi in Serie D, altri andati altrove e altri visti con le giuste motivazioni in altre squadre del territorio.

Foto da: ottopagine.it

Tra questi il vastese Christian Iarocci e il sansalvese Pierluigi Colitto (oggi festeggia 23 anni, auguri!), entrambi protagonisti in Eccellenza con le maglie di Sambuceto e Virtus Cupello. Pensando ai giovani visti quella sera in campo passi da gigante in avanti hanno fatto il portiere Di Rienzo e il jolly difensivo Cardinale, due che faranno parte della rosa biancorossa anche nella prossima stagione.

Il Benevento sarà di nuovo in A nel prossimo campionato, la speranza è di ritrovarlo tra qualche mese all’Aragona per un’altra amichevole di lusso e magari i giallorossi, alla fine del 2020/2021 festeggeranno la salvezza in A e la Vastese qualcosa di grande che la piazza aspetta da anni.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it