Connect with us

Calcio

Della Penna: “Casalbordino, umiltà e sacrificio, questo è lo spirito giusto. Grande gruppo e società seria”

Published

on

L’esperto centrocampista vastese, già autore di due reti, esalta il gruppo giallorosso e punta forte sulle qualità di mister Soria

Foto di: Nicola Paoloemilio

Ritrovarsi. Per una nuova sfida. Insieme Nicola Della Penna e Giuseppe Soria da giocatori hanno festeggiato la promozione della “loro” Pro Vasto dalla D alla C2.

Correva l’anno 2009, ancora fianco a fianco nella stagione successiva nei professionisti prima di prendere strade diverse nel mondo del calcio. Dieci anni dopo si sono ritrovati, in mezzo il trentaduenne vastese (con un centinaio di presenze in C, una cinquantina in D e tante in Eccellenza) nel 2016 ha vinto ancora un campionato a tinte biancorosse con la Vastese restando da allora quasi sempre in Abruzzo (tra Paterno, Virtus Teramo, Nereto e Fontanelle) a parte la breve parentesi pugliese con il Corato. Un mese fa però ha deciso di riabbracciare di nuovo Giuseppe Soria che svestiti i panni da calciatore è diventato allenatore del Casalbordino.

Ora però i ruoli sono differenti, uno continua a lottare in mezzo al campo (senza perdere il vizio del gol, già due in stagione), l’altro dirige i suoi dalla panchina. Nonostante l’amicizia che dura ormai da oltre dieci anni tra i due Della Penna è chiaro: “Sulla mia scelta di accettare la chiamata del Casalbordino la presenza di Peppe ha giocato un ruolo fondamentale ma lui com’è giusto che sia tratta tutti allo stesso modo. Io sono un giocatore e lui è l’allenatore, se c’è da scherzare ridiamo tutti insieme ma quando si lavora testa bassa e pedalare, il mister non guarda in faccia nessuno, com’è giusto che sia”.

Nicola Della Penna dopo il gol contro l’Angolana

Dopo le due sconfitte consecutive fondamentale per i giallorossi è stato ritrovare il successo contro l’Angolana, match sbloccato da un gran gol di Della Penna che è subito corso ad abbracciare Soria in panchina: “In quell’esultanza c’è il nostro vero spirito di gruppo e i meriti sono tutti del mister che in poco tempo è riuscito a renderlo granitico. Ho voluto abbracciarlo perché dal primo giorno di allenamento si è sempre impegnato, non meritavamo quelle due sconfitte e lo abbiamo fatto capire vincendo le ultime due”.

9 punti nelle prime 5 giornate, questo è il disegno del primo mese di campionato del Casalbordino: “Sono i punti che meritiamo, nelle ultime due partite abbiamo trovato la quadratura giusta e dobbiamo continuare su questa strada. Siamo una neopromossa, ora è troppo presto per fare calcoli ma umiltà e sacrificio dovranno essere le nostre basi da mantenere fino al termine della stagione”. L’Eccellenza abruzzese l’ha già vinta nel 2016 con la maglia della Vastese, categoria il classe ’88 giallorosso conosce benissimo: “Quest’anno ancora più bello non solo per la presenza di top team ma soprattutto perché non ci sono partite scontate, in queste prime cinque giornate abbiamo affrontato tutte squadre organizzate, credo sarà così fino all’ultima giornata”.

Della Penna con Iaboni e Fusaro

Al momento i casalesi occupano il quinto posto a meno quattro dalla vetta, dove possono arrivare? “Intanto pensiamo a domenica, i Nerostellati arriveranno da noi ancora con lo 0 alla voce sconfitte, ecco perché dovremmo essere attenti ad ogni dettaglio per centrare la terza vittoria consecutiva. Sull’obiettivo finale meglio aspettare, mancano tantissime giornate, penso che il prima possibile dovremo conquistare la matematica salvezza, poi si sa, l’appetito vien mangiando, questo è un gruppo che di certo non si accontenterà ma cercherà di guardare in alto”. Da un mese a Casalbordino, una realtà che ha piacevolmente colpito Nicola Della Penna: “Il patron Alessandro Santoro, insieme al mister, ha fatto di tutto per convincermi. In questo primo mese ho avuto modo di conoscerlo ancora meglio, una splendida persona, sempre presente e pronto ad aiutarci, riesce a caricarci ogni giorno, è una figura positiva. Lui ma non solo, l’ambiente giallorosso è sano, serio e con grande voglia di calcio, tutti i dirigenti lavorano per il bene della società, sono felice di far parte di questo gruppo”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it