Connect with us

Calcio

Dell’Oglio: “La Vastese ha splendidi ragazzi, grazie a loro per quanto fatto finora. Potevamo avere più punti”

Published

on

Il vice allenatore dei biancorossi, da metà ottobre a Vasto, ha prima ringraziato mister Silva per averlo avuto al suo fianco e poi ha confermato la piena sintonia che c’è con l’attuale tecnico D’Adderio

Basterebbe dire che parliamo di un allenatore che da calciatore, tra l’83 e il ’93 ha raccolto qualcosa come 200 presenze in Serie A (con Ascoli e Fiorentina, insieme a una decina di gol) sfiorando con i viola anche la vittoria della Coppa Uefa, sfumata nel 1990 nella finalissima persa contro la Juventus.

Da lì in avanti, per il classe ’63 milanese Antonio Dell’Oglio, tante presenze in B altrettante in C fino a quando non è arrivato a Taranto e da allora ad oggi in Puglia, da oltre vent’anni, ha messo le radici muovendosi solo per motivi lavorativi. Iniziando il percorso da vice allenatore a Salerno con Novelli, poi nel 2008 campionato vinto a Brindisi al fianco di mister Massimo Silva e ancora con Novelli, questa volta a Sorrento. Dal 2013 ha iniziato la lunga collaborazione (fino alla passata stagione) con l’ex Pro Vasto Pino Di Meo, da metà ottobre di nuovo in campo dicendo di nuovo sì a Silva, questa volta con la Vastese.

Tanta esperienza da riversare anche nell’esperienza vastese, da quasi cinque mesi, prima con Silva ora con D’Adderio, lo si vede lavorare con grande impegno ed entusiasmo in tutti gli allenamenti a conferma che come evidenziato dal diretto interessato: “Il ruolo di viceallenatore è sempre stata una mia scelta, richiede impegno importante, come collante e un po’ psicologo”. Quando segna la Vastese il balzo più lungo dalla panchina al campo, per festeggiare, è sempre il suo: “Sempre una grande gioia, sono felice per i ragazzi, a ognuno di loro auguro sempre il meglio e di arrivare fino a importanti palcoscenici, come è successo a me”.

L’amore infinito per il suo cane Max (facile incontrarli a passeggio a Vasto Marina quando non è impegnato sul rettangolo verde) non ha eguali ma tra allenamenti e partite, c’è grande empatia, non solo con lo staff tecnico ma con tutti i calciatori. Li ha ringraziati per quanto fatto nell’ultimo periodo (biancorossi imbattuti da 10 giornate, con 6 pareggi e 4 vittorie), ora la Vastese si godrà due domeniche lontane da match ufficiali, poi dal 21 marzo fino al termine della stagione cercherà di dare un ulteriore accelerata dando ancora “continuità ai nostri risultati, poi nel rush finale vedremo il da farsi”, parola di Antonio Dell’Oglio.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it