Connect with us

Calcio

Derby di rigore: all’Aragona un punto a testa per Vastese e Real Giulianova

Published

on

Un tempo per parte, i due penalty firmati da Paudice e Guarracino. Giallorossi in dieci nella seconda parte della ripresa. Domenica biancorossi di scena a Fiuggi

Da zero a uno. Stesso cammino per entrambe, la Vastese ci ha provato soprattutto nel secondo tempo ma il Real Giulianova, nonostante l’inferiorità numerica, ha tenuto botta portando a casa il primo punto della stagione grazie all’1 a 1 finale. Davanti ai 400 dell’Aragona il derby della seconda giornata del girone F di Serie D si è deciso dagli undici metri, al vantaggio giuliese firmato da Paudice ha risposto il biancorosso Fabrizio Guarracino.

La partita – Mister Silva è alle prese con più problemi, a partire dallo squalificato Sorgente, fermato dal giudice sportivo per tre giornate. Porta in panchina l’ultimo arrivato Bernardi (attaccante classe 2001 già con 50 presenze in D), siede di fianco a lui Calabrese non al meglio dopo la botta alla caviglia ricevuta a Rieti. In tribuna Solimeno, troppo forte il dolore al naso, inutile rischiarlo. In extremis alza bandiera bianca anche Altobelli, il difensore termolese in settimana ha accusato un problemino fisico e il provino di oggi non ha convinto. Assenze che costringono il tecnico biancorosso a rivedere il suo scacchiere, tra i pali c’è Di Rienzo, davanti a lui esordio assoluto per il ’98 guineano Diallo, al suo fianco capitan Di Filippo e Cardinale. Inizialmente i vastesi si presentano con un 343, davanti il centravanti Guarracino è supportato a sinistra da Di Prisco e dall’altro lato Pollace.  In mediana spingono sulle corsie il 2002 Valerio e il 2000 Gentile, nel cuore del gioco agiscono Obodo e Logoluso.

Il tecnico Federico Del Grosso sceglie il 442 e affida la fascia di capitano a suo fratello Cristiano (fino ad agosto in campo in B con il Pescara) schierato laterale sinistro di centrocampo. Reparto completato a destra da Antonelli, in mezzo D’Anna e Balducci. Davanti all’esperto portiere Amadio agiscono i centrali Demoleon e Ranellucci, come terzini Mariani e D’Antonio. Il tandem offensivo ha trentanovenne anni sommando gli anni del 2000 Alagna e il 2001 Paudice. Non ci sono nell’undici iniziale lo scernese D’Ercole e l’ex di turno Ravanelli, i due ’99 saranno pronti a dare un aiuto a partita in corso. Il primo a provarci è Antonelli ma la sua conclusione defilata trova attento Di Rienzo. Poi tocca ai padroni di casa, su un bel calcio d’angolo battuto da Logoluso nessuno trova l’impatto vincente. Ci prova anche Di Prisco, conclusione da distanza impossibile, alta di molto. Rispondono i giuliesi, punizione calciata da Cristiano Del Grosso, il giovane Di Rienzo vola e a mano aperta devia in angolo. La storia del match cambia al trentottesimo quando D’Anna va a contatto in area con capitan Di Filippo, il vastese invoca la simulazione ma il fischietto molisano indica il dischetto. Dagli undici metri il diciannovenne Paudice è glaciale, giallorossi in vantaggio. Rispondono subiti i vastesi ma il tiro cross di Guarracino non impensierisce Amadio.

A inizio ripresa Silva si gioca la carta Bernardi, l’ultimo arrivato va a far coppia con Guarracino. Biancorossi ridisegnati con il 352, Pollace torna a spingere a tutta fascia, Valerio viene schierato nel terzetto difensivo, Di Prisco arretra in mediana e Diallo viene dirottato sulla corsia mancina. Proprio quest’ultimo scappa sulla sua zona di competenza, cross perfetto per Guarracino che ci prova di prima intenzione, botta violenta da due passi ma sulla sua strada c’è Amadio che si ritrova la sfera tra le mani.

La Vastese preme, vuole il pari e costruisce una splendida azione che in area viene atterrato Guarracino. Altro calcio di rigore, anche in questa occasione Delli Carpini non ha dubbi e decreta il rigore. Dagli undici metri lo stesso bomber campano s’incarica della battuta e batte Amadio. Parità ritrova e biancorossi con l’uomo in più per il doppio giallo mostrato a D’Anna (il secondo in occasione del rigore), giuliesi in difficoltà e vastesi che sfiorano in altre due occasioni il sorpasso. Con dieci minuti ancora da giocare Silva si gioca anche la carta Calabrese per provare a completare la rimonta. In campo c’è una sola squadra, Diallo da “quinto” è sempre prezioso, altro assist, sulla sinistra Pollace si mette in proprio ma è solo angolo. Altra occasione, girata a centro area di Guarracino, parte alta della traversa. A quattro minuti dal novantesimo Del Grosso manda in campo anche lo scernese classe ’99 D’Ercole ma al quinto e ultimo minuto di recupero Calabrese ha l’occasionissima per il vantaggio, la addomestica magnificamente ma da due passi calcia addosso a Amadio che attento ringrazia, l’1 a 1 divide la posta in palio.

Secondo pari consecutivo per gli uomini dell’allenatore Silva che salgono a quota uno in classifica, da rivedere il primo tempo dei vastesi apparsi più in palla nella ripresa quando con il ritorno al 352 i meccanismi erano molto ben oliati. Avrebbero meritato anche il gol del sorpasso che non è arrivato, domenica prossima trasferta difficile a Fiuggi ma la Vastese cercherà l’affondo decisivo per la prima vittoria stagionale.

VASTESE – REAL GIULIANOVA: 1 – 1

Reti: 38’pt Paudice su rigore (RG), 21’st Guarracino su rigore (V)

VASTESE: Di Rienzo, Valerio, Gentile (4’st Bernardi; 43’st Corcione), Cardinale, Di Filippo, Diallo, Pollace, Obodo, Guarracino, Logoluso (41’st De Angelis), Di Prisco (34’st Calabrese). A disposizione: Abazi, Altobelli, Sansone, Ruzzi, Pili. All.: Silva

R. GIULIANOVA: Amadio, Mariani, D’Antonio, D’Anna, Ranellucci, Demoleon, Antonelli (27’st Barlafante), Balducci, Alagna (14’st Cipriani), Del Grosso, Paudice (27’st Mitta; 41’st D’Ercole). A disposizione: Calzetta, Ferrini, Kuqi, Tipaldi, Ravanelli. All.: Del Grosso

Arbitro: Cosimo Delli Carpini di Isernia (Andreano di Foggia e Festa di Barletta)

Note: 400 spettatori; Ammoniti: Paudice (RG) ; Espulso: 20’st D’Anna (RG) per doppia ammonizione; Recupero: 1’e 5’.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it