Connect with us

Calcio

Di Rienzo: “Lavoro duro per arrivare il più in alto possibile. Insieme alla Vastese”

Published

on

Il 2001 di Mirabello domenica decisivo contro la Jesina. Anche su di lui gli occhi di club professionistici

Una piacevolissima sorpresa. Marco Di Rienzo, una ventina di mesi fa, è arrivato da Mirabello (paese molisano confinante con Campobasso) alla Vastese con un bel carico di voglia e speranze, dopo quasi un anno e mezzo sta iniziando a raccogliere i frutti dopo i tanti sacrifici fatti.

Classe 2001 ha atteso il suo turno lavorando duro alle spalle di chi, almeno sulla carta, aveva i gradi di ‘titolare’. Sia ben chiaro, quest’anno la Vastese tra i pali ha puntato su una sicurezza di nome Lorenzo Bardini ma prima una squalifica di tre giornate e poi uno sfortunato infortunio hanno concesso le occasioni giuste al portierino molisano.

Sfortunato all’esordio di un girone fa contro il Vastogirardi, da lì in avanti nelle dieci presenze totali le sue prestazioni sono state sempre in crescendo e domenica nel secondo tempo è risultato decisivo con due interventi a stoppare la voglia della Jesina di centrare il pareggio.

Sei volte titolare, in campo nel 33% della stagione (680 minuti sui 2070 totali), i biancorossi sanno di poter contare tra i pali su due portieri di assoluta affidabilità. Ne hanno parlato in pochi, Cavuoti ha attirato molte attenzioni ma anche su Di Rienzo alcuni club professionistici hanno iniziato a chiedere informazioni.

Bardini domenica è tornato in panchina e in vista della prossima trasferta si candida a riprendersi la maglia da titolare, l’ultima scelta toccherà a mister Silva che dovrà se piazzare di nuovo il senior tra i pali o continuare a dare fiducia al giovane under. Marco Di Rienzo è pronto, sarebbe la prima volta che giocherebbe da ‘grande’ nel suo Molise, ad Agnone contro il Vastogirardi spera di partire ancora dal primo minuto per aiutare la Vastese a centrare la terza vittoria di fila.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it