Connect with us

Basket

Di Tizio: “Ci stringiamo per superare le difficoltà. Io capitano? Spero di essere all’altezza”

Published

on

Vasto Basket domani nell’anticipo del sabato impegnata a San Benedetto del Tronto in casa della terzultima in classifica

Da soldato (tutt’altro che semplice) a capitano. Alla decima stagione con la canotta della Vasto Basket Luca Di Tizio è rimasto l’unico rappresentante della vecchia guardia dopo l’uscita di scena dal basket giocato di Vincenzo Dipierro e Vittorio Ierbs. Passaggio di consegne e investitura per il ventinovenne bolognese arrivato a Vasto nell’estate del 2010 e mai più andato via.

La sua storia ‘vastese’ è ormai arcinota, con la canotta biancorossa ha attraversato tutte le categorie dalla Regionale fino alla B tra qualche amara retrocessione e felicissime promozioni. In più a Vasto si è sposato con la sua Elena, ecco perché da anni ormai è un vastese a tutti gli effetti, lo si capisce anche quando parla, la sua cadenza è sempre meno bolognese con tanti accenni alla vastesità.

Il PalaBcc è la sua seconda casa, da giocatore della prima squadra e allenatore nel settore giovanile, quest’anno con la nomina a capitano “sente più il peso sulle spalle pensando a chi mi ha preceduto ma spero di essere all’altezza”. Pensando al basket giocato la Generazione Vincente Vasto Basket da neopromossa si sta rendendo protagonista in una “C Gold di alto livello dove ogni partita è difficilissima”, ecco perché capitan Di Tizio e compagni non si fidano della prossima trasferta, quella in programma sabato 23 (palla a due ore 18:30) a San Benedetto del Tronto contro i biancoblu nei bassifondi con due punti: “Li affronteremo come se fossero primi in classifica, questo è lo spirito che dovremo avere ogni giornata”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it