Connect with us

Basket

Di Tizio: “Vasto Basket nuova, le motivazioni non mancano. Bello ritrovare Di Salvatore, tifosi per noi importanti”

Published

on

Il capitano biancorosso, a Vasto dal 2010, tra gli esperti unico rimasto dopo i saluti di Oluic e Ucci. La squadra si allena a pieno regime tra sedute mattutine e serali

Stagione numero 11 consecutiva. Longevità che per un non vastese non conosce eguali ma ormai Luca Di Tizio andrebbe considerato a tutti gli effetti vastese. Certo, le origini non si dimenticano, quelle restano dentro ed è giusto che sia così ma il trentenne bolognese vive a Vasto ormai da dieci anni e qui ha messo su famiglia.

Arrivò nell’estate del 2010, la sua storia con la Vasto Basket la conoscono tutti, ha affrontato tutte le categorie, gioie infinite e dalla scorsa estate l’onere e l’onore nel ricoprire anche il ruolo di capitano. Ha parlato di “stagione nuova”, tra gli esperti è rimasto l’unico della vecchia guardia dopo i saluti di Oluic e Ucci ma nessuno come lui conosce coach Sandro Di Salvatore. Nei tre anni e mezzo ricchi di soddisfazioni Di Tizio è stato il vero “soldato” del coach brindisino capace di farlo crescere sotto tutti i punti di vista fino a farlo esplodere.

A distanza di anni i due si sono ritrovati al PalaBcc, la Generazione Vincente Vasto Basket è ormai a lavoro da giovedì sera con l’obiettivo di arrivare all’esordio in campionato (15 novembre) nel migliore dei modi. Si riparte da Di Tizio e Di Salvatore, due mattoni importanti per una nuova stagione che tutti sperano possa far rivivere quelle emozioni che i due protagonisti, insieme al popolo vastese, hanno già vissuto intensamente.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it