Connect with us

Calcio

Ecco la Belgiocogroup. Glen Roberts: “Risalita, settore giovanile e merchandising”

Published

on

Parlano Glen Roberts e Max Pincione dagli USA. “La maggioranza della società è nostra”


E’ il giorno della Belgiocogroup.

La holding a stelle e strisce che entra nell’ASD Lanciano Calcio 1920 si materializza.

Con tanto di incarnazione di Glen Roberts, l’avvocato newyorkese il cui nome spesso e volentieri ha aleggiato attorno al nome del Lanciano Calcio.

Ecco, dunque, la Belgiocogroup che si concretizza in una diretta sulla piattaforma Zoom per incontrare la stampa frentana.

Ore 16 italiane, le 10 in USA.

Alcuni screenshot della conferenza stampa

L’appuntamento, come detto, è su Zoom.

Come dire, oggi ci presentiamo e, a mano a mano, impareremo a conoscerci.

Oltre un’ora di presentazione.

Con qualche attrito, subito sottolineato dalla stampa frentana, per le irrituali modalità di convocazione (il Lanciano Calcio infatti non può contare attualmente su di un addetto stampa).

Il fuso orario e gli oltre 7 mila chilometri di distanza che separano la Grande Mela dal capoluogo frentano sono un dettaglio.

Il Lanciano parla (e parlerà americano).

Oltre a Glen Roberts c’è Max Massimiliano Pincione, uno dei dirigenti della Belgiocogruop che conosce bene le dinamiche del calcio abruzzese (è stato presidente del Pescara ed è originario di Cugnoli, proprio in provincia di Pescara, paese famoso per l’olio, il pecorino e anche per i genuini “spitucci”, gli arrosticini).

Glen Roberts collegato con la stampa frentana

Ad introdurre la conferenza stampa (che all’inizio è una vera e propria presentazione) è l’avvocato newyorkese Glen Roberts in lingua inglese. 

Ma c’è la traduzione in simultanea di Max Pincione che, annuncia, “spero di arrivare in Italia fra due settimane“.

Cosa arriva da New York? Cosa deve aspettarsi la tifoseria frentana? Obiettivi?

Max Pincione su Zoom

In estrema sintesi: far risalire la squadra in categorie più consone e puntare sul settore giovanile e su merchandising (citando il modello e l’app del Real Madrid).

Non manca l’argomento attualissimo delle voci di vendita della società (Bresciani? Palombaro?) le cui interpretazioni vengono comunque stoppate a brutto muso da oltreoceano: “Non possiamo parlare per gli altri – spiega Roberts tradotto da Pincione riferendosi alla presidentessa Cristina Chiaretti e all’ex vice Claudio Allunisiamo noi la maggioranza dell’associazione e a breve nomineremo un nuovo presidente perché la Chiaretti si è dimessa. Noi abbiamo tutte le carte in regola“.

Sul capitolo merchandising Pincione aggiunge: “Janet Strackhouse (che fa parte dell’ Belgiocogroup ed è collegata in Zoom senza però mai intervenire, ndr) ha contribuito a creare l’app per il Real Madrid, non dico che dobbiamo paragonarci col Real, ma senza dubbio possiamo crescere“.

Infatti la parola crescere e “improve” (migliorare) sono spesso citate da Glen Roberts che illustra quello che la Belgiocogroup vorrebbe fare a Lanciano.

L’avvocato newyorkese cita le peculiarità territoriali di Lanciano, la notorietà del Miracolo Eucaristico, le caratteristiche del tessuto economico e della tradizione calcistica rossonera.

Insomma, “Lanciano è molto di più di una squadra di calcio“.

L’affare, dunque, sembrerebbe fatto, almeno stando alle parole dell’italo-americano e di Glen Roberts che, in più di un’occasione, si scusano per alcune problematiche legate alle modalità di convocazione della conferenza stampa e chiedono di essere messi alla prova prima del giudizio.

La prova dei fatti.

We’ll wait and see, as usual.

Alessio Giancristofaro

Advertisement
Advertisement

Facebook