Connect with us

Sport

Ecco la Fase 2 dello sport abruzzese: cosa si potrà fare dal 4 maggio

Published

on

Emanata l’Ordinanza numero 52 con il dettaglio delle attività praticabili dal 4 maggio

Con Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale
numero 52 del 30 aprile 2020 sono state fornite, tra l’altro, le disposizioni in materia di disciplina dell’attività sportiva individuale.

L’ordinanza, sottoscritta anche dall’assessore con delega allo Sport Guido Quintino Liris, indica le discipline sportive che si possono praticare in Abruzzo con una serie di accorgimenti e a determinate ore della giornata.

Le disposizioni che riguardanolo sport abruzzese entrano in vigore da lunedì4 maggio e saranno valide fino al 17 maggio.

I punti precipui dell’Ordinanza numero 52 in materia di sport sono i seguenti:

1. che sono consentiti all’interno della Regione Abruzzo, ai residenti o con domicilio nel territorio regionale, allenamenti esercitati individualmente e con il rispetto dei dispositivi di protezione individuale e misure di distanziamento sociale, per le seguenti attività sportive: trekking, parapendio in singolo, ciclismo (bicicletta e mountain bike), bocce, canottaggio individuale, canoa kayak individuale, windsurf, barca a vela, atletica leggera svolta in forma individuale, golf, sport rotellistici, pesca sportiva di superficie e subacquea, sport equestri non di squadra, tennis singolo, tennis a volo singolo e badminton singolo, tiro con l’arco, tiro a segno, tiro sportivo con armi da fuoco lunghe e corte, da lancio, aria compressa (tiro al volo, tiro al piattello, tiro dinamico e statico) praticato nei campi da tiro, tiro sportivo da caccia (tiro di campagna, english traing sport, tiro a palla, tiro con l’arco da caccia, field target), sport motociclistico, go kart, arrampicata in falesia o esterno – purché siano mantenute le distanze di sicurezza tra l’arrampicatore ed il compagno di sicura. Per le citate
attività sportive è vietato avvalersi delle strutture ad uso comune quali spogliatoi, bar interni, docce;

2. che sono consentite le attività sportive paraolimpiche senza necessità di assistente sportivo;

3. che è consentito ai cinofili riconosciuti di praticare l’addestramento agility, la disciplina del cinowork, sleddog;

4. che è consentito svolgere le suddette attività sportive dalle ore 6.00 alle ore 20.00 ed esclusivamente in modalità individuale, preferibilmente all’aria aperto e, comunque, con il rispetto delle misure di sicurezza.

Alessio Giancristofaro