Connect with us

Scrittori di Sport

Elogio al dialetto (abruzzese). Rapino sul Tg1

Published

on

Lo scrittore e sportivo lancianese è una delle icone della cultura nazionale

Remo Rapino anche sul Telegiornale nazionale del Tg1.

Lo scrittore e sportivo lancianese, fresco vincitore del Campiello con “Vita, morte e miracoli di Liborio Bonfiglio“, edito da Minimum Fax, è stato il protagonista di un servizio andato in onda sul Tg1 alle 13.30.

Servizio sull’elogio al dialetto.

Dialetto, quello di Liborio Bonfiglio, il “cocciamatte” che diventa anche l’espressione del protagonista del romanzo, il pazzo che tutti scherniscono.

Il romanzo di Rapino è un vedere e raccontare le cose da una prospettiva diversa, unica e volutamente rara, un affresco di storia, dal 1926 al 2010, un sottofondo che tratteggia la fragile ma tenace esistenza e resistenza fisica (ma non solo) del “cocciamatte“.

Rapino, tifoso sfegatato del Lanciano Calcio, è di certo uno dei personaggi della cultura più in evidenza nel panorama italiano e non solo.

La sua originalità espositiva è diventata in un certo senso virale; l’editore del romanzo, Minimum Fax, infatti, ha lanciato “Voci della follia“, un omaggio a «Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio».

In altre parole, la casa editrice ha chiesto ad un po’ di amici e amiche, famosi e non, di leggere le prime righe del libro, ognuno con il suo accento e le sue parole, per far vivere un fuori margine come Liborio in altre voci, altre facce, altri dialetti.

Finora sulla pagina Facebook dell’editore Minimum Fax sono stati pubblicati i video di Fabrizio Gifuni, Valerio Mastandrea e Alba Rohrwacher.

Alessio Giancristofaro