Connect with us

Calcio

Federico Alonzi all’ultimo assalto fa godere la Vastese: battuta la Sambenedettese

Published

on

L’attaccante romano regala i primi tre punti interni ai biancorossi. Domenica trasferta a Pineto

Il presidente Bolami bacia il match winner Alonzi

La zampata nel momento decisivo. Gol liberazione per Federico Alonzi pesante come un macigno. La sua gioia, l’emozione per un gol che potrebbe essere davvero quello per la svolta biancorossa. Quando tutto sembrava portare verso lo zero a zero ci ha pensato il ventinovenne attaccante romano a regalare la vittoria alla Vastese a pochi secondi dal triplice fischio. Goduria pazzesca per la Vastese che ritrova la vittoria all’Aragona dopo 151 giorni d’attesa, la 12° giornata del girone F è stata una doccia freddissima per la Sambenedettese.

La partita – D’Adderio cambia ancora nell’undici titolare ma la vera novità è la presenza di Antonio Martiniello in panchina. Dopo le settimane quasi da separato in casa il centravanti campano, rimasto sempre a Vasto, torna per dare il suo apporto dopo essersi ristabilitosi dai problemi al ginocchio. Nel 433 c’è l’ex di turno Alessandro schierato da centravanti, ai suoi lati spazio a Scafetta e Lenoci. Nel cuore del gioco dal primo minuto si rivede Monza con Agnello e De Angelis, in porta spazio a Di Rienzo. Nel quartetto difensivo, sempre guidato da capitan Di Filippo e Altobelli a destra tocca a Ceccacci mentre a sinistra si riprende il posto Diallo dopo la breve esperienza a Prato. Parte dalla panchina l’altro ex Panaioli, per la prima volta in stagione nell’impianto titolare biancorosso ci sono ben sette elementi della passata stagione, dettaglio tutt’altro che trascurabile. 433 per il tecnico Antonioli, tra i pali spazio a Knoflach, difesa con i centrali Zgrabic e Varga insieme ai terzini Alboni e Amato. In mediana recupera in extremis capitan Angiulli, dirige con Lorenzoni e Lisi. Tridente offensivo guidato dal centravanti Svarups supportato da Ferretti e Peroni.

Al pronti via prima occasionissima, la spizzata di Svarups colpisce la traversa e i biancorossi tirano subito un sospiro di sollievo. Qualche minuto più tardi Alessandro in area protesta per un penalty ma il fischietto aretino lascia correre. I biancorossi pian piano crescono e poco prima della mezzora vanno vicinissimi al gol, sugli sviluppi di un angolo sul primo palo Monza anticipa tutti ma la palla sorvola di nulla la traversa. Con l’attacco “leggero” i vastesi faticano ad essere incisivi dalle parti di Knoflach anche se l’impegno non manca.

A inizio ripresa Altobelli è miracoloso su Svarups anche se il gioco era già fermo, poi lo stesso difensore termolese ruba palla in mediana e apre per Agnello, servizio sulla destra per Scafetta ma il cross è facile preda di Varga. La Vastese sembra averne molto di più e spinge forte, sulla destra Scafetta è più incisivo, ci prova ma viene stoppato involontariamente dal compagno di squadra Alessandro, poi botta violenta di Lenoci alta sulla traversa. Torna a graffiare anche la Samb, prima con un’azione manovrata e conclusione finale in area di Amoruso, poi è lo stesso numero otto che ci prova dal limite, conclusione a giro forte ma alta. Proteste vastesi per una punizione al limite, capitan Di Filippo reclama il rigore ma la decisione è presa, poi la punizione di Agnello è deviata in angolo. D’Adderio butta nella mischia anche Alonzi per appesantire l’attacco, prima però l’occasionissima era capitata ad Alessandro che da due passi impatta ma calcia fuori. Nel finale i vastesi rischiano la frittata, retropassaggio di Attili, il rinvio di Di Rienzo non è perfetto ma per fortuna Mendicino non ne approfitta. All’ultimo assalto ecco il gol che ribalta la domenica della Vastese, punizione calciata da Sansone, a centro area Alonzi stoppa di petto e calcia a botta sicura, la Sambenedettese si arrende, l’1 a 0 premia i biancorossi. Festa grande al triplice fischio che arriva dopo pochi secondi

Cinque mesi dopo la prima vittoria interna della stagione rilancia in classifica i biancorossi ora 11° con 10 punti. Bisogna ancora migliorare, e molto, ma certi episodi possono cambiare il corso della stagione. Sarà una settimana molto più tranquilla rispetto alle precedenti, la Vastese vuole continuare a risalire e anche domenica, nella difficilissima trasferta di Pineto, vorrà godere ancora.

VASTESE – SAMBENEDETTESE: 1 – 0

Reti: 49’st Alonzi

VASTESE: Di Rienzo, Ceccacci, Altobelli, Di Filippo, De Angelis (27’st Attili), Diallo, Lenoci, Agnello (34’st Alonzi), Scafetta (34’st Sansone), Alessandro, Monza. A disposizione: Di Feo, Marianelli, Romanucci, Martiniello, Panaioli, Barbetta. All.: D’Adderio

SAMBENEDETTESE: Knoflach, Alboni, Ferretti, Varga, Zgrablic, Lorenzoni, Svarups (10’st Mendicino), Angiulli, Lisi (21’st De Santis), Peroni (1’st Di Domenicantonio), Amato (21’st Amoruso). A disposizione: Abbrandini, Cipolletta, Amoruso, Isacco, Travaglini, Amatucci. All.: Antonioli

Arbitro: Lorenzo Maccarini di Arezzo (Gentile di Isernia e Lauri di Gubbio)

Note: match giocato a porte chiuse; Ammoniti: Alboni (S), Di Filippo (V), Varga (S), De Santis (S); Espulso: 44’st D’Adderio (V) per proteste

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it

Advertisement
Advertisement

Facebook