Connect with us

Calcio

Fiore rompe il digiuno e la Vastese torna a sorridere: battuto il Pineto

Published

on

21/01/2018 – Il capitano dopo sei giornate torna al gol con due gioielli e insieme a Stivaletta regala il primo successo dell’anno ai biancorossi. All’orizzonte doppia trasferta marchigiana, domenica in casa della capolista Matelica

La punizione perfetta di capitan Fiore

I vastesi danno la scossa alla Vastese, prima super Fiore, poi Stivaletta per abbattere un Pineto che non perdeva dallo scorso 1 ottobre, al contrario i colavittiani si sono ritrovati centrando la prima vittoria del 2018 con un rassicurante 3 a 1 che sarebbe potuto essere addirittura più largo visti i legni colpiti dall’ottimo Tedesco e il rigore fallito da Leonetti. Nella terza di ritorno del girone F a mettere fine ai quindici risultati utili consecutivi dei pinetesi ci ha pensato soprattutto il capitano vastese, quel Nicola Fiore rimasto a secco nelle precedenti sei giornante ma capace di tornare al gol in una domenica più che delicata per la sua Vastese. L’ha trascinata con due gioielli nel primo tempo, due parabole perfette, entrambe sulla stessa mattonella, il primo con un bolide senza prendere la rincorsa, l’altra con una punizione magistrale.

La partita – Se si pensa alla Vastese base di un mese fa che batteva L’Aquila quella di oggi presenta ben quattro novità, con un reparto difensivo stravolto viste le conferme di Cane a destra, Maronilli al centro con Amelio e Casciani di nuovo titolare in sostituzione dello squalificato De Chiara. L’unico reparto rimasto immacolato è la mediana, Pizzutelli è il vertice affiancato da Stivaletta e Pizzutelli mentre in avanti la grande novità è rappresentata dalla presenza del ’97 pugliese Tedesco al centro dell’attacco con capitan Fiore e a destra e Leonetti rispedito sulla corsia sinistra. In porta c’è Camerlengo, assenti gli infortunati Viscardi e Cherillo, Iodice dopo aver scontato il turno di squalifica si accomoda in panchina. Amaolo ritrova nel cuore del gioco Marianeschi al rientro dalla squalifica e lo piazza ‘bloccato’ nel 4231 di fianco ad Esposito. In difesa non c’è Fiumara appiedato dal giudice sportivo, in zona centrale c’è l’esperienza di capitan Pomante e Pepe con i terzini ’99 Veroni e Della Quercia. Davanti il centravanti Tomassini è assistito alle spalle da Mariani con Ciarcelluti e Pezzotti sulle corsie laterali.

I primi cinque minuti fanno vedere una buona Vastese, per poco un cross di Casciani non sorprende Giachetta, poi ci prova Fiore ma l’estremo di casa si rifugia in angolo. Il Pineto reagisce e prova a sorprendere la difesa biancorossa, in contropiede scappa via sulla sinistra Pezzotti, assist per Tomassini tutto solo a centro area ma è miracoloso l’intervento di Amelio in estirada a spedire la palla in angolo. Scampato il pericolo i vastesi tornano ad aggredire, Fiore si accentra di nuovo ma viene chiuso, la sfera finisce dalle parti di Leonetti che da ottima posizione ‘cicca’ il pallone, da dietro arriva il capitano biancorosso che di sinistro si divora il vantaggio. Un minuto più tardi altra sgroppata del dieci di casa sulla destra, palla perfetta per Tedesco che in diagonale conclude al meglio ma viene fermato dal palo interno. Sembra una domenica stregata ma al ventitreesimo capitan Fiore tira fuori dal suo repertorio un gol ‘illegale’, botta da fuori area imprendibile per l’estremo ospite che segue con gli occhi la sfera spegnersi sotto l’incrocio. Esultanza di rabbia per il dieci di casa tornato al gol dopo 570 minuti di digiuno. L’ultima volta in gol contro il Castelfidardo con una splendida punizione sulla stessa mattonella di oggi. Vantaggio meritato per i vastesi sicuramente più in palla rispetto alle due precedenti sconfitte, più che positiva la prova di Tedesco, palo a parte tanto lavoro sporco potendo sfruttare la sua fisicità dando più di un grattacapo agli esperti centrali pinetesi. Sfortunatissimo sul finire di tempo quando dal limite il suo destro a giro si stampa sulla traversa per il secondo legno personale di giornata. C’è un altro pugliese in forma, è Pizzutelli che con uno splendido break si guadagna una punizione da venti metri, è la solita mattonella, quella preferita da capitan Fiore, esecuzione perfetta, questa volta sotto l’altro incrocio, il raddoppio manda le squadra negli spogliatoi con l’Aragona in festa dopo le ultime due domeniche deludenti.

Un secondo tempo che si apre con il gol che chiude definitivamente i giochi, Stivaletta servito in area cala il tris in diagonale. I biancorossi hanno voglia e continuano a spingere, sul cross di Fiore Veroni intercetta in area con la mano, per il fischietto lucchese è calcio di rigore, conclusione debole di Leonetti, Giachetta ringrazia e blocca il pallone. Ottima l’interpretazione di Tedesco anche se sotto porta continua la maledizione, prima spara alto da due passi, poi su una conclusione a botta sicura trova il miracolo dell’estremo ospite. Dall’altra parte anche Camerlengo si guadagna la pagnotta respingendo una conclusione di Pezzotta, nel recupero nulla può sulla conclusione di Di Rocco per il gol della bandiera del definitivo 3 a 1.

Torna il sereno sulla Vastese, già nel quarto d’ora finale di Avezzano si era vista la giusta reazione, oggi in campo i biancorossi lo hanno confermato lungo tutti i novanta minuti. Una vittoria rassicurante in primis per il morale dei vastesi e poi anche per la classifica che torna a sorridere pensando alla sconfitta interna della Vis Pesaro, con il secondo posto di nuovo lontano quattro punti e l’Avezzano ora lontano sei punti. Domenica perfetta, ora si guarda con rinnovata fiducia alla doppia trasferta nelle Marche, tra sette giorni viaggio in casa della capolista Matelica, oggi la distanza è di dieci punti ma chissà che con una vittoria lì sopra qualcosa non cambi dando ulteriore spinta al finale di stagione della Vastese.

VASTESE – PINETO: 3 – 1

Reti: 23’pt e 42’pt Fiore(V), 2’st Stivaletta(V), 47’st Di Rocco(P)

VASTESE: Camerlengo, Cane, Casciani, De Feo, Amelio, Maronilli, Stivaletta, Pizzutelli(40’st Lucciarini), Leonetti(37’st Bittaye), Fiore(37’st Iarocci), Tedesco. A disposizione: Alonzi, Iodice, La Barba, Carice, Di Pietro, Alberico. All.: Colavitto

PINETO: Giachetta, Veroni(25’st Zippilli), Della Quercia, Pomante, Marianeschi(13’st Zane), Tomassini(29’st Di Rocco), Ciarcelluti(13’st Orlando), Pepe(13’st Gragnoli), Pezzotti, Mariani, Esposito. Mazzocchetti, Capocasa, Di Federico, Rachini. All.: Amaolo

Arbitro: Leonardo Tesi di Lucca (Petracca di Lecce e Parisi di Bari)

Spettatori: 800; Ammoniti: Marianeschi(P), Pizzutelli(V); Note: all’11 Leonetti(V) si fa parare un calcio di rigore; Recupero: 0’ e 6′.

[Galleries 154 not found]

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it