Connect with us

Orienteering

“Five + Five days”: successo per l’orienteering anche nella seconda tappa vastese

Published

on

La seconda settimana di fatiche per gli orientisti si è aperta al “Muro delle Lame”. Domani tappa a Lanciano, poi venerdì chiusura a Montorio dei Frentani

Ancora orienteering a Vasto. Meno orientisti provenienti dal resto d’Europa ma un richiamo più forte per le scuole del territorio e la presenza nella gara vera di un atleta vastese. Dopo aver concluso la prima settimana a Roccascalegna il “Five + Five days” ha aperto la sua seconda e ultima settimana tra Abruzzo e Molise ancora da Vasto.

L’evento sportivo organizzato da Gabriele Viale presidente della Park World Tour Italy Orienteering dopo i 330 orientisti arrivati a Vasto una settimana fa oggi ha spalancato le porte della città ad altri 160 provenienti da otto nazioni europei con la solita massiccia presenza scandinava e una buona pattuglia svizzera. Nel pomeriggio il quartier generale della manifestazione si è trasferito al parco “Muro delle Lame” dove la gara è partita alle ore 16 con gli orientisti chiamati subito ad affrontare la ripida salita che li ha portati fin su al centro storico ripercorrendo gran parte del percorso di lunedì scorso passando per la Loggia Amblingh con gli atleti ad ammirare il fantastico panorama andando a caccia delle lanterne nelle viuzze del centro storico accompagnati sempre dai due ‘compagni’: mappa e bussola.

Oltre agli orientisti professionisti la seconda tappa vastese ha visto la presenza anche di un atleta ‘casalingo’: Joseph Calvano, il delegato vastese della manifestazione, dopo aver partecipato nel mese di luglio a una gara svedese oggi si è cimentato anche per le strada di Vasto. Presenti anche tanti baby studenti vastesi accompagnati da genitori e professori spinti dal progetto di orienteering portato avanti nelle scuole abruzzesi da Vincenzo Di Cecco, presidente FISO (Federazione Italiana Sport Orientamento) Abruzzo. Al termine della gara come successo sette giorni fa tutti i vincitori delle rispettive categorie sono stati premiati con un pacco di pasta di due marchi storici abruzzesi. A consegnarli nelle mani degli orientisti l’Assessore allo Sport e Cultura di Vasto Carlo Della Penna che si è complimentato con atleti ed organizzatori. A loro volta il presidente Viale ha voluto omaggiare Della Penna e il delegato Calvano con una pergamena ricordo.

Domani gli oltre centocinquanta orientisti si trasferiranno a Lanciano per la seconda tappa della seconda settimana, Vasto ha salutato l’orienteering con l’obiettivo, visto il successo, di ridarsi appuntamento anche per il 2019.

 

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”198″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_slideshow” gallery_width=”600″ gallery_height=”400″ cycle_effect=”cover” cycle_interval=”10″ show_thumbnail_link=”1″ thumbnail_link_text=”[Mostra miniature]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

 

Redazione Vasport – redazione@vasport.it