Connect with us

Calcio a 5

Futsal Pescara, Aiello tira le somme

Published

on

Tra poco meno di una settimana si fa sul serio: sta per tornare la Serie A e il Futsal Pescara ha chiuso la sua preseason. Da ieri ha preso il via la settimana tipo del campionato, in vista dell’esordio casalingo contro i campioni d’Italia del Pesaro.

Dopo un mese abbondante di lavoro, il preparatore atletico dei biancazzurri, Paolo Aiello, traccia un bilancio: “È stata un’ottima preseason, come mi aspettavo. Quando si cambia tanto è normale partire con motivazioni diverse, ci sono stati giorni in cui pensavo di essere io in un nuovo club… Quest’anno ho anche il piacere di condividere questa esperienza con un collaboratore di fiducia, Gianmarco Farina, che mi sta dando una grande mano sotto tutti i punti di vista: oltre ad aver fatto uno screening funzionale ai ragazzi, si sta occupando anche di coadiuvarmi nelle giornate di sala pesi, monitorando con il sistema VBT (velocybased training) tutti i carichi dei ragazzi. Come sta la squadra? Bene, entriamo nella settimana di campionato al completo, in attesa del rientro dei Nazionali. A che livello siamo, però, ce lo dirà il campo. Io sono soddisfatto del lavoro svolto fino ad ora perché ho fatto ciò che reputavo giusto metodologicamente, condividendo tutto con il nuovo tecnico. Il gruppo si sta formando e ciò che ci aspettiamo è che diventi “squadra” prima possibile. E sono convinto che, con una filosofia di lavoro precisa, questo accadrà”.

Il roster è cresciuto molto di condizione in queste settimane? “La grande fortuna di poter lavorare come si preferisce in preseason dipende molto dal lavoro fondamentale fatto in off season. I ragazzi fin dalle prime settimane di luglio hanno avuto indicazioni precise sui lavori da fare, condividendo anche con i colleghi che hanno avuto l’opportunità di seguire personalmente i ragazzi idee e mezzi di lavoro. Così ho potuto pianificare la preseason in maniera specifica, sia per aspetti metabolici che di forza. Nelle prime due settimane è stato fatto un lavoro generale, utilizzando però mezzi specifici. Nelle restanti tre, abbiamo impostato morfocicli competitivi gestendo bene volume e intensità. Cosa mi aspetto dalle partite “vere”? Lo vedremo da sabato prossimo”.

Con Despotovic è scatta subito la scintilla… “Il suo “Futsal Jungle” mi ha veramente incuriosito, la sua visione delle “regole come alibi per i giocatori” mi ha convinto e la sua filosofia di lavoro dentro il 40×20 è totalmente riconoscibile e condivisa da me. Un tecnico che ha anche una grande conoscenza della metodologia di lavoro di noi “prof”. Alta intensità e coraggio di sbagliare sono concetti sempre presenti nelle sue sedute. Il suo Mantova mi piaceva proprio per queste caratteristiche e sono sicuro che anche qui riuscirà a far apprezzare il suo credo”.

Aiello sta per arrivare al ventennale della sua carriera nel futsal italiano. Tra Acqua&Sapone e Pescara sono già 14 anni di servizio: “Per quanto riguarda me, sono ormai un “vecchio” Prof , in questo mondo dal 2005 e qui in Abruzzo dal 2008.Ho visto tanto Futsal in questi anni, e ho visto tante tipologie avvicendarsi… Adesso mi sembra che gli aspetti legati alla performance possano incidere maggiormente rispetto agli aspetti tecnico-tattici. Chi avrà la fortuna di fondere con qualità entrambe le cose la farà da padrone in questo campionato. Le rose sono ridotte e le partite sono aumentate… tirate voi le somme”.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it

Advertisement
Advertisement

Facebook

News più lette settimanali