Connect with us

Calcio

Galiè e Triglione gli “australiani”: tutto fatto con il Perth Glory

Published

on

I due cugini vastesi, da martedì, inizieranno l’avventura con i viola-arancio. Decisiva la presenza nella trattativa di uno zio emigrato in Australia cinquant’anni fa

Perth Glory

Certi treni passano una sola volta. Anzi, per raggiungere l’Australia ci vorrà l’aereo, quello che prenderanno Luciano Galiè e Carlo Triglione per iniziare la loro nuova, inaspettata e interessante avventura calcistica.

Il primo classe ’93, l’altro trentatreenne, legati non solo dal calcio ma da parentela, sono cugini di primo grado. Visti indossare nelle scorse stagioni la stessa maglia, in ultima quella della Bacigalupo Vasto Marina (da agosto a ottobre) senza dimenticare le precedenti tra Vastese, Casalbordino, San Salvo e Fossacesia. La voglia di calcio non li ha abbandonati anche in questi mesi di lontananza dal rettangolo verde, la stagione però per loro sembrava ormai al capolinea fino a qualche giorno fa quando è arrivata una notizia inaspettata.

Dall’altro capo del mondo è arrivata una telefonata, zio Dominic (emigrato in Australia come tanti abruzzesi cinquant’anni fa) tra una chiacchera e l’altra sondava il terreno di entrambi per un eventuale nuova esperienza calcistica proprio in terra australiana. Amico stretto di un dirigente del Perth Glory, a lui Dominic ha raccontato di avere due nipoti calciatori e così è nata la pazza idea.

Galiè e Triglione

Luciano e Carlo hanno ragionato tanto sull’accettare o meno la chiamata, a Vasto tra famiglia e lavoro le giornate sono sempre piene ma insieme hanno deciso di dire sì. Vasto e Perth, un gemellaggio storico e indissolubile, altri due vastesi si aggiungeranno ai tanti emigrati che oggi vivono nella capitale dell’Australia Occidentale.

Il Perth Glory al momento è al 7° posto della A-League (massima serie australiana), la finestra di mercato resterà aperta fino al 10 maggio e il campionato si protrarrà fino a giugno. L’avventura australiana durerà quindi almeno due mesi, poi a fine stagione si capirà se resteranno ancora a Perth o torneranno a Vasto ma la decisione è stata presa: biglietti aerei già in mano, Galiè e Triglione non vedono l’ora di indossare la maglia del Perth Glory.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it