Connect with us

Calcio

Ganz supera la Vastese con un poker: all’Aragona tutto facile per il Pescara

Published

on

31/08/2017 – Vastesi in formazione prima nella prima frazione, Zeman a Vasto con le seconde linee e tutti i big lasciati a casa

Tutto secondo copione. Il miracolo al pronti via di Fiorillo su Bittaye non avrebbe cambiato la storia del match, quella che ha visto la vittoria annunciata del Pescara all’Aragona davanti a oltre cinquecento spettatori. La Vastese nel primo tempo ci ha provato ma i ‘gialli’ pescaresi con super Simone Ganz autore di un poker(due nella prima frazione) per il definitivo 4 a 1 con la rete biancorossa realizzata da Lucciarini, un gran gol per festeggiare i diciannove anni compiuti ieri. Test più utile per i biancorossi, uno degli ultimi step prima dell’esordio in campionato(domenica a San Marino, fischio d’inizio ore 15) mentre il Pescara è sceso in campo con molte seconde linee rinunciando quasi a tutti i suoi big.

La partita – Mister Colavitto fa le prove in vista di San Marino, in difesa sulla corsia mancina schiera l’ultimo arrivato Casciani vista la squalifica di De Chiara. Davanti al portiere pescarese classe 1999 Camerlengo(cresciuto nel settore giovanile biancazzurro) ci sono Bagaglini ed Amelio con Iodice a destra che comleta il reparto. Nel terzetto di centrocampo ci sono i ‘soliti’ under ventidue, Stivaletta e il play Pizzutelli accompagnati dal ’97 De Feo. Nel tridente offensivo manca ‘Mati-gol’ Cristaldi, un problema all’anca preoccupa anche in vista della prima di campionato. Al suo posto c’è Leonetti al centro dell’attacco assistito da Bittaye e capitan Fiore. Il Pescara arriva all’Aragona con una rosa risicata, Zdenek Zeman lascia a casa quasi tutti i big(Pigliacelli, Coda, Perrotta, Delli Carri, Coulibaly, Proietti, Brugman, Proietti, Brugman, Del Sole, Pettinari, Capone, Cocco, Benali e Balzano) restando però fedele al suo marchio di fabbrica, il 433 con terminale offensivo Simone Ganz(presente in tribuna il papà Maurizio, ‘el segna semper lù’, grande ex centravanti di Milan e Inter) supportato da Valzania e Baez. In cabina di regia c’è Carraro con Palazzi e Selasie mentre in difesa davanti all’estremo Fiorillo c’è Campagnaro con Elizalde e i due terzini Crescenzi e Mazzotta.

La prima occasionissima è biancorossa, con un’azione ‘zemanina’ Bittaye si  presenta a tu per tu con Fiorillo ma il portiere pescarese con un grande intervento sbarra la strada al colored vastese. Al primo quarto d’ora di gioco il Pescara sblocca il match, dalla destra Baez serve a centro area Ganz, tutto facile per il centravanti ligure battere Camerlengo. Cinque minuti più tardi i biancazzurri trovano il raddoppio con un’azione in fotocopia che si sviluppa sulla sinistra con l’assist di Valzania ancora per Ganz abile a realizzare la doppietta. La differenza si vede ma scollinata la mezzora con un’azione in solitaria capitan Fiore prova a svegliare i suoi ma la conclusione a giro sorvola di molto la traversa. Sul finire dei primi quaranta minuti di gioco Amelio prima sfiora il gol sugli sviluppi di un angolo, poi in difesa chiude provvidenzialmente su Baez lanciato a rete.

A inizio ripresa il tecnico vastese manda in campo gli undici under lasciati in panchina nella prima frazione, dall’altra parte il boemo richiama Campagnaro inserendo Cappelluzzo. La storia non cambia perché il rapace d’area è sempre lui, Simone Ganz raccoglie una respinta corta di Coppola e firma la sua personale tripletta. Non è sazio il bomber genoano e arriva anche il poker, sul tiro di Carraro arriva prima di tutti sulla respinta e batte di nuovo l’estremo vastese. Alessio Alberico potrebbe togliersi una gioia personale ma servito da tutto solo a centro area si divora il gol della bandiera biancorossa. Non sbaglia invece Lucciarini, poco prima del triplice fischio il suo bolide di destro da oltre venti metri finisce alle spalle di capitan Fiorillo, è il gol che chiude il match.

Archiviata la quarta amichevole pre campionato per la Vastese è tempo di pensare solo ed esclusivamente al campionato, l’undici titolare sembra già delineato(si spera di recuperare Cristaldi), a San Marino ci saranno in palio punti pesanti, i biancorossi proveranno a prenderne almeno uno.

VASTESE – PESCARA: 1 – 4

Reti: 15’pt, 20’pt, 6’st e 25’st Ganz(P), 35’st Lucciarini

VASTESE:  Camerlengo(1’st Coppola), Iodice(1’st Mattera), Casciani(1’st De Chiara), De Feo(1’st Lucciarini), Amelio(1’st Viscardi), Bagaglini(1’st Iarocci), Stivaletta(1’st Tafili), Pizzutelli(1’st Di Pietro), Leonetti(1’st Alberico), Fiore(1’st Napolitano), Bittaye(1’st Colitto). All. Colavitto

PESCARA: Fiorillo, Crescenzi, Mazzotta, Campagnaro(1’st Cappelluzzo), Elizalde, Palazzi, Carraro, Selasi, Baez, Ganz, Valzania. A disposizione: Antonino, Mancuso. All. Zeman

Arbitro: Giorgio D’Agnillo di Vasto (Bosco e Caruso di Lanciano)

Note: Spettatori: 500;

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it