Connect with us

Motociclismo

Gran Premio di Gran Bretagna: Iannone chiamato al riscatto su una pista poco amica

Published

on

Mai sul podio a Silverstone in nessuna delle tre classi. Negli ultimi due anni altrettanti ritiri. Domenica gara al via alle 14

Lui la ama poco visti i risultati, la Suzuki un po’ di più avendo fatto festa a Silverstone due anni fa. Festeggiamenti, quelli che sperano di poter ripetere anche tra due giorni il pilota vastese e il team di Hamamatsu dopo aver vissuti gli ultimi due mesi con pochi sorrisi.

Salutato il weekend di riposo da domani le due ruote torneranno protagoniste con il dodicesimo appuntamento stagionale in agenda, a Silverstone si alzerà il sipario sul Gran Premio della Gran Bretagna. Tracciato poco amico del ventinovenne pilota di Vasto, nelle ultime due stagioni tra Suzuki e Ducati altrettanti ritiri con le altre apparizioni nella classe regina chiuse con ottavi posti (due) e un undicesimo posto. Mai a podio con il miglior risultato in Moto 2 (quarto nel 2012), dovrà sfatare tutti questi risultati poco edificanti potendo contare su una Suzuki che con Vinales due stagioni fa riuscì nell’impresa di conquistare un incredibile primo posto.

Ripetersi nel weekend, vista l’agguerrita concorrenza, sarà difficile, c’è un Marc Marquez leader assoluto del mondiale con cinquantanove punti di vantaggio sul rivale Valentino Rossi con Lorenzo e Dovizioso più staccati. Iannone vorrà ritrovare le migliori posizioni, la stagione si era aperta al meglio con due podi e un quarto posto ma da metà giugno in poi non è mai riuscito ad andare oltre la top ten. Uscire dall’anonimato dell’ultimo periodo e provare a tornare protagonisti con i big, Andrea Iannone vuole riaccendersi a Silverstone.

 

Redazione Vasport – redazione@vasport.it