Connect with us

Calcio

Gravina: “Bello tornare a casa. Comitato abruzzese energico e con grandi progetti. Guardiamo al futuro con ottimismo”

Published

on

Il numero uno della Figc, questa mattina a L’Aquila, è stato ospite del Comitato Regionale Abruzzo

“Uniti si cresce, il calcio guarda avanti”. Iniziativa voluta dal Comitato Regionale Abruzzo che questa mattina ha ospitato Gabriele Gravina, presidente della Figc.

A fare gli onori di casa ci hanno pensato Ezio Memmo (presidente della Lnd Abruzzo), Daniele Ortolano (Consigliere Federale) e l’assessore regionale allo Sport Giancarlo Lippis. Durante la conferenza stampa quest’ultimo ha accolto Gravina “come orgoglio abruzzese in Italia, in Europa e nel Mondo”. L’assessore ha poi ricordato che “oltre ai tanti fondi raccolti per lo sport regionale nell’ultimo anno, da poco abbiamo intercettato altri dieci milioni di euro per l’impiantistica sportiva”.

Gabriele Gravina, abruzzese doc e storico presidente della “Favola Castel di Sangro” (fine anni novanta, inizi duemila), ha ringraziato Memmo, Ortolano e Lippis per le parole di stima nei suoi confronti e ha subito applaudito al calcio abruzzese per quanto fatto soprattutto nell’ultimo, difficile, anno: È sempre bello tornare a casa, alla mia terra sono legatissimo, quella di oggi sarà una giornata intensa e proficua. Il calcio abruzzese merita tanti applausi per la crescita fatta negli ultimi anni, un movimento con tanta energia, progettualità e importanti prospettive, gli aspetti che guardo con grande interesse anche io per il continuo migliorarsi del nostro mondo. Mi è piaciuta la spinta innovativa voluta dal neopresidente Memmo, anche qui in Abruzzo per il calcio post Covid si può parlare di “Rinascimento” “.

La Figc abbraccia tutte le categorie, dalla Serie A fino agli Amatori, si parla di spesso di discrepanze ma il numero uno del calcio italiano parla chiaro: “Il grande calcio non può fare a meno di basi solide, ecco perché il calcio dilettantistico è un mondo a cui teniamo tantissimo. In questo ultimo anno ha sofferto ma stiamo lavorando per ripartire a pieno regime con tutte le categorie, soprattutto dai settori giovanili. Bisogna dare speranze concrete per il futuro non solo dal punto di vista economico, dobbiamo riportare i giovani calciatori in campo”. Da parte dei colleghi aquilani non è mancata la domanda sulla ripartenza (monca) dei campionati di Eccellenza con quasi la metà delle squadre rimaste ai box soprattutto in Abruzzo dove sulle 20 aventi diritto solo 7 da tre giornate hanno ripreso l’attività a pieno regime: “Ci chiamiamo – ha concluso Gabriele Gravina – Federazione Italiana Giuoco Calcio, il nostro obiettivo è far giocare ma in questa fase abbiamo anche capito che sarebbe stato impossibile riavviare le attività al 100 %. Ora però bisogna scrollarsi di dosso l’incapacità di reagire, bisogna guardare al futuro con grande ottimismo, da qui ai prossimi mesi, come già detto, in massimo sicurezze e con un forte senso di responsabilità, si ripartirà, il calcio, dai settori giovanili, tornerà grande protagonista ad ogni latitudine”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it