Connect with us

Calcio

Iammarino: “La sentenza ci ha storditi ma non molliamo. Abolizione vincolo sportivo? Tante perplessità”

Published

on

Il presidente della Bacigalupo Vasto Marina, avvocato di professione, fa capire che ora verranno studiate le carte per un eventuale controricorso dopo la sconfitta a tavolino contro il Villa 2015

In casa Bacigalupo Vasto Marina da ieri sera tiene banco l’amaro esito del ricorso presentato e vinto in secondo grado dal Villa 2015. Dal 3 a 2 pazzesco sul campo si è passati allo 0 a 3 a tavolino, ribaltamento che, classifica alla mano, complica ulteriormente i piani salvezza dei biancazzurri quando si tornerà in campo.

“Non mi ero esaltato dopo il primo grado di giudizio – le parole dell’avvocato e presidente della Bacigalupo Vasto Marina, Gianfranco Iammarino – che aveva confermato il nostro risultato sul campo anche se la sentenza di ieri sera ha lasciato stordito noi dirigenti e anche i ragazzi. Da uomo di giustizia, come tutte le altre, anche questa senza va accettata, il Giudice Sportivo nel primo grado aveva accettato la mail come mezzo giusto ma nel secondo la Corte Sportivo d’Appello Territoriale ha dato ragione al Villa 2015”.

Una partita che dal rettangolo di gioco si è spostata altrove, dopo i primi due gradi di giudizio c’è da capire se i vastesi andranno avanti con il controricorso per provare a cambiare di nuovo le carte in tavola: “Oltre alle valutazioni sportive – ha proseguito l’avvocato Iammarino – ci saranno da fare soprattutto valutazioni giuridiche. Al momento è ancora prematuro parlare di eventuali mosse successive, studierò al meglio tutte le carte per capire come andare avanti, di certo non lasceremo nulla di intentato”. Quei tre punti pesano tanto in ottica salvezza visto che ora i biancazzurri si trovano di nuovo in fondo alla classifica con un solo punto: “Resta la splendida prestazione dei ragazzi a conferma che il gruppo prima dello stop credeva fortemente nella salvezza. Con o senza quei tre punti però la storia non deve cambiare, anzi, quando si tornerà in campo sono sicuro che i ragazzi avranno ancora più stimoli, ripartiranno con la massima determinazione, la Bacigalupo Vasto Marina non molla e farà di tutto per centrare la salvezza”.

Dall’esito del ricorso a un argomento che invece riguarda tutto il mondo dello sport dilettantistico (non solo pensando al calcio come sport di squadra) visto che a breve, come confermato anche dal Ministro dello Sport, potrebbe cadere il vincolo sportivo. La sua eventuale abolizione liberebbe ogni fine anno i giocatori che avrebbero l’opportunità di scegliere le future destinazioni senza dover rendere conto alle società di appartenenza: “Qualcosa era nell’aria già da mesi – ha concluso il presidente dei biancazzurri – sarebbe sicuramente una riforma epocale ma che limiterebbe di molto il lavoro delle società sul fronte del settore giovanile soprattutto pensando ai tanti investimenti che si fanno per la crescita di ogni singolo giocatore. Messa così l’eventuale riforma lascia parecchio perplessi, per il calcio dilettantistico sarebbe un brutto colpo. Spero che i piani alti si facciano sentire, tutte le parti dovranno mostrare grande intelligenza pensando a questa riforma, bisognerà trovare il giusto compromesso per cercare di far contenti tutti”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it